Inghilterra. Cue Card maestoso vince le Ascot Chase e si prenota per la Timico Gold Cup. Brennan nel dopo corsa: “E’ una macchina, negli ultimi due salti mi ha impressionato”

A quattro anni dalla sua ultima apparizione sul circuito regale, Cue Card è tornato a riprendersi le Ascot Chase, ultima fermata prima di approdare alla Timico Gold Cup di Cheltenham. Acclamato ed amato da tutto il popolo british che di fatto lo ha ormai battezzato come il suo beniamino, il meraviglioso allievo di Colin Tizzard giunto alla veneranda età di undici anni, tornava in pista dopo aver conquistato un fantastico secondo posto nelle King George VI di Kempton Park alle spalle del compagno di allenamento Thistlecrack. Il figlio di King’s Thatre si è reso protagonista di una prova superlativa, compiendo un vero e proprio monologo a cavallo delle ultime due fence, staccando a 15 lunghezze Shantou Flyer e Royal Regatta. Per il portacolori di Jean Bishop si tratta della nona vittoria in una corsa di primo grado, sedici i successi in totale su 35 corse disputate in carriera. Paddy Brennan che lo ha interpretato in maniera vincente per la sesta volta, ha commentato nel dopo gara: “Quanto più lo conosci è più facile metterlo comodo. Royal Regatta è andato a buon ritmo e quando ha espresso tutto il suo potenziale agli ultimi due salti sono stato molto colpito. E’ una macchina e dico senza mezzi termini che se si potesse comprare un cavallo come questo ogni anno, si dovrebbero spendere milioni. E’ senza dubbio un cavallo eccezionale per la Gold Cup. L’esperienza dello scorso anno non ce la siamo scordata e tatticamente andremo diversamente questa volta.” Felicissimo anche il suo trainer Colin Tizzard: “E’ bellissimo vederlo in questo stato di forma. Ha la sua età e non so quanto ancora potrà continuare a fare questo mestiere. Oggi era bello forse, come non lo abbiamo mai visto prima.” (Nella foto Cue Card F.Mirror.co.uk)