Italia. Callmebob dice no a Musique de la Nuit fra i tre anni in siepi del Sharstar, Hurricane Mix stoico batte Star Maker nel Raffaele Ammirato, doppio per Raffaele Romano al rientro dopo lunga assenza. Nella giornata bene anche Le Puy De Sancy e Chappy Bros

Qualche spunto per un’interessante lettura tecnica ed un contorno divertente, nella riapertura dei battenti a Maia per la seconda parte della stagione. La strada al Nazioni è ancora lunga ma Hurricane Mix ha iniziato bene il proprio percorso vincendo in bello stile il premio Raffaele Ammirato. Era un test tutt’altro che semplice da svolgere, la gara si è rivelata tatticamente delicata situazione nella quale la cognizione tattica di Raffaele Romano, tornato in sella dopo il lungo stop ha fatto in tutto e per tutto la differenza. Star Maker quest’oggi in versione front runner, ha scandito ritmo a piacere respingendo dopo il laghetto Dulce Leo e Manolo. Romano in sella al portacolori della famiglia Nisoli non si è lasciato prendere dagli eventi, ha seguito il treno di corsa forzando soltanto a metà della piegata finale, per poi infilare all’interno il leader venuto a fare l’arrivo sullo steccato opposto stile Aplha Two. Una bella vittoria per il grigio da Great Journey, soggetto relativamente ancora giovane (6 anni) ma che può già vantare un’esperienza da veterano, il cui futuro potrebbe riservargli un palcoscenico fra i grandi della specialità, chapeau. Il clou della giornata il premio Sharstar prova per i tre anni sulle siepi, ha visto la bella affermazione del portacolori di Lydia Olisova Callmebob avanti all’attesa Musique de La Nuit. Impiegato con il paraocchi il figlio di Matula ha percorso in testa la gara dal primo all’ultimo metro nelle mani di Davide Columbu, senza mai dare l’impressione di poter flettere. Nonostante qualche legittimo errore dettato più che altro dalla foga agonistica, l’allievo di Paolo Favero ha manifestato grande coraggio e tanta energia da spendere, eludendo il tentativo finale da parte della grigia targata Christian Troger, anch’essa apparsa leggermente distratta lungo il percorso. Una buona prova per entrambi i protagonisti, dai quali ci saranno capire le reali migliorie che potranno palesare nel corso della stagione. Ad ampio distacco la femmina Shiloh precedeva Asso di Coppe. Da segnalare la bella vittoria nella giornata fra i siepisti anziani di Le Puy De Sancy (in sella Juerg Langameier) training di Giuliano Rota per i colori della Adel di Claudia Wandel, castrone da Le Triton che aveva fatto vedere qualcosa d’interessante a Milano. Battuta la generosa Albina e il regolare Anima Mundi, quindi il bel successo che è valso il doppio a Raffaele Romano di Chappy Bros fra i quattro anni. Ben preparato da Ilaria Saggiomo per i colori di Federica Crecco, il figlio di High Chaparral ha superato i suoi problemi mettendo in campo tutto la qualità della quale è in possesso, vincendo molto più nettamente di quanto dicano realmente i distacchi ufficiali. Nulla da fare per l’atteso Universal Soldier, terzo a distacco Almost Human, caduto all’ultima il leader Passito. (Nella foto il team vincente di Callmebob)