ITALIA. Merano, Raffaele Romano forza 500! Il jockey bresciano vince in sella a L’Imperdibile nel Pasqualino Mazzoni raggiungendo lo storico traguardo da professionista, 800 i successi ottenuti nel computo totale

Cinquecento volte Raffaele Romano! Merano ha festeggiato la storica impresa dello straordinario jockey bresciano, che all’ennesimo tentativo è riuscito a raggiungere il memorabile traguardo grazie alla vittoria conquistata nel tradizionale Pasqualino Mazzoni in sella all’esordiente L’Imperdibile. E’ il frutto di un percorso incredibile quello costruito da Raffaele Romano, prima vittoria a Novi Ligure con Diploid nel 1992, la cui serietà unita al grande spirito di abnegazione, la voglia di continuare a crescere senza porsi limiti, lo ha portato ad una carriera fantastica che quest’oggi ha avuto l’ennesima incoronazione, numeri senza precedenti se consideriamo le 800 vittorie nel computo generale fra dilettante e professionista. Raffaele ha vinto 85 corse come Gr in piano dal 1992 al 2006 (due delle quali in sella a purosangue arabi), 275 quelle ottenute come dilettante in ostacoli, oltre alle 24 conquistate con gli anglo arabi dal 92 al 2006. Oggi la 500 esima vittoria da professionista, Romano ha vinto 12 volte la Staffa D’Argento e 9 quella d’oro, vincendo la sua prima corsa in ostacoli nel 94 a Treviso in sella a Baluma. Dal 2007 al 2013 ha vinto per sette anni consecutivamente la classifica dei fantini, periodo nel quale ha vinto per tre volte consecutive il Merano in sella a Sharstar (2007 (Halling Joy) – 2008 – 2009). Poco o altro da aggiungere per un professionista straordinario sul quale non ci sono più aggettivi qualificativi, adesso chiamato con maggior serenità alla propria attività di allenatore che sta percorrendo con grande soddisfazione. L’Imperdibile ha confermato le buoni voci che lo sorreggevano dopo i primi salti del mattino, un cavallo fisicamente ben strutturato dotato di gran passo che in corsa ha superato gli ostacoli senza nessuna difficoltà, saltando in scioltezza la finale agevolato dalla caduta dello sfortunato Port Of Leith, situazione che permetteva l’en plein a Romano nelle vesti di allenatore, piazzando al secondo e terzo posto Blue Kazak e Lanovasconi. Tutto regolare questa volta per Kazoo, che alla sua seconda uscita sullo steeple ha preceduto dopo dibattito finale il compagno di allenamento Le Moulleau, terzo a distacco Shawarzwald.

(Nella foto Raffaele Romano)