ITALIA. Merano, Troger e Romano si prendono anche il Pollio, prestazione super di Leonardo da Vinci, battuto l’atteso Prince D’Orage. Nella periziata ok Dalton con Dominik Pastuszka

A Merano sventola ancora il biancorosso di Christian Troger. Ad una settimana dalla bella vittoria conquistata da L’Imperdibile nella prova per debuttanti, gara passata ai libri di storia per la vittoria numero 500 conquistata da Raffaele Romano, l’onda lunga del player manager bresciano è proseguita anche in questo fine settimana disputato a Maia, regalandoci un’altra splendida perla del suo repertorio 2.0 grazie alla vittoria in sella a Leonardo Da Vinci nel canonico Vincenzo Pollio riservato ai chaser novizi. Il figlio di Style Vendome ha prodotto una prestazione super, battendo con grande prestanza l’atteso Prince D’Orage, ribaltando in modo clamoroso la recente linea del Vanoni. Reimpiegato per la seconda volta con il cuffino, memore dell’esperienza acquisita sui salti verdi dello steeple di Merano, il quattro anni ha manifestato un grip diverso rispetto alle precedenti apparizioni, restando sempre tonico nella scia del battistrada targato Aichne. Romano è riuscito a gestire il grigio con la mano di velluto, apoarso molto ardente nella prima parte di gara, sparando un allungo finale irresistibile prima della siepe conclusiva, per poi controllare il tentativo di rivalsa da parte del rivale, reo di un leggero allargamento prima della dirittura d’arrivo. Una prestazione che lascia ben sperare per il Piero e Franco Richard, nel quale Leonardo da Vinci dovrà superare l’esame steeple grande. Nel resto del pomeriggio da segnalare la bella vittoria da front runner di Dalton e Dominik Pastuskza nella periziata sulle siepi, battuto il ceco Big Fly, terzo Moved avanti a Giacalmarbar.

(Nella foto il team di Leonardo Da Vinci)