Italia. Sant’Artemio, Chateaudemalmaison domina la Corsa Siepi di Treviso, in sella al vincitore l’ottimo young jockey Gabriele Agus, alla sua prima affermazione a livello di condizionata. Non pervenuto l’atteso Kazoo, alle piazze i cechi Cariray e Dangerous Gleam. Favero protagonista nel resto del programma

Chiusura della stagione al Sant’Artemio con la disputa della quindicesima edizione della Corsa Siepi di Treviso. I forfait di Cheap Thrill e Mezajy riducevano a cinque unità il campo partenti, Kazoo il detentore della corsa tornava sul circuito veneto dopo una breve sosta ai box causa un infortunio che ne aveva rallentato la preparazione. In corsa mai un fattore l’allievo di Josef Vana la cui ricomparsa va considerata come un vero e proprio warm up, una presa di contatto che senza altre complicazioni andrà testata in chiave futura. La vittoria è andata con pieno merito al francese Chateaudemalmaison, intuizione Romano ex Lageneste che il giovane Gabriele Agus ha interpretato perfettamente. Un bel primo piano per il figlio di War Front, soggetto di buona qualità che dopo una valida presa di contatto meranese, a Milano ha messo in mostra tutte le proprie doti vincendo in bello stile l’Aurora. L’anello trevigiano ha messo in risalto la velocità di base del portacolori di Christian Troger, ottimo hurdler che dopo una prima fase di studio ha rotto l’en passe della gara prendendo largo vantaggio sulla dirittura opposta. Scelta quanto mai azzeccata dal figlio d’arte Gabriele Agus, alla sua prima affermazione a livello di condizionata, resosi intangibile con il passare dei metri ed ancora in grado dopo la finale di tenere un margine di assoluta sicurezza, di quasi tre lunghezze scarse sui cechi Cariray e Dangerous Gleam. A tutto Favero nelle restanti prove in ostacoli del pomeriggio. In apertura di programma bel primo piano di Vibes sullo steeple chase del Premio Piazza dei Signori, castrone di quattro anni ex Jamie Osborne che alla sua terza in ostacoli ha ottenuto la seconda vittoria confermando il buon secondo posto all’esordio e la vittoria nel Premio Treviso. Battuti nettamente il top weight Star Maker e Summer Of York che hanno lottato fino in fondo per la miglior piazza. Moved facilmente a bersaglio nel mini gran premio riservato ai tre anni in siepi, altro importato di casa Favero che il trainer altoatesino ha ben impostato sugli ostacoli. Un figlio di Iffraaj in grande evoluzione che andrà testato prossimamente in quel di Pisa. (Nella foto Gabriele Agus a Milano)