Italia. Spettacolo Raffaele Romano nella domenica di Maia, triplo in giornata grazie a Hurricane Mix nel cross Zanini fra i quattro anni e il fenomeno Live Your Life nel Tagliabue. Al Bustan splendido nel Caimi si candida al Merano, Notti Magiche e Chiaromonte nell’ordine sulle siepi

Sul prato verde di Maia hanno sfilato sopraffini saltatori che hanno onorato i loro rispettivi impegni, in una domenica dallo scenario autunnale con tanto sapore di Gran Premio. Un convegno determinante per approdare al top weekend datato 23 e 24 Settembre, giornate nelle quali rivedremo senza dubbio Live Your Life ed Al Bustan, i protagonisti assoluti delle due gare di cartello del pomeriggio meranese. La prima citazione va però ad un campione come Raffaele Romano master nel vero senso della parola, capace di manifestare un crescita straordinaria in queste ultime due stagioni da trainer, un professionista completo il cui rendimento è sotto gli occhi di tutti, la sua capacità di ottimizzare il materiale a disposizione, il saper scegliere fra le nuove generazioni ed individuare cavalli dalla caratura eccellente non può passare inosservato. Per il bresciano questa domenica un triplo nella doppia veste di allenatore e jockey, con l’ennesima perla che porta il nome di Live Your Life tre anni che non ha più bisogno di presentazioni. Il figlio di Turati ha dominato come da copione il Tagliabue, strappando definitivamente il lasciapassare verso il Gran Criterium d’Autunno. Romano lo ha gestito senza fretta restando tranquillo in fondo al drappello, disegnando traiettorie pulite e saltando senza nessuna difficoltà. Dalla curva finale al traguardo non c’è stata storia, con il portacolori di Christian Troger indiscusso protagonista della corsa. Romano potrà candidare anche lo stoico grigio Hurricane Mix al Gran Premio delle Nazioni. Nell’Arma di Cavalleria ultima chiamata ai 6000 metri del prossimo 23 Settembre, il portacolori di Nicolas Nisoli ha effettuato uno step molto importante, vincendo con merito la sua quarta corsa nell’annata. Soggetto molto cresciuto in questa stagione e pratico nell’acquisizione del mestiere a certi livelli, il figlio di Great Journey quest’oggi protagonista di una gara maiuscola, ha preceduto di misura il ceco All About Cossio prenotando con merito un posto nella lista dei candidati al Nazioni. Il jockey bresciano ha impostato l’ultima frazione sulla velocità, fattore determinante che ha messo in crisi il falloso allievo di Pavel Poles, in sella al quale Jan Faltejsek ha cercato di rimediare con esperienza nel tratto pianeggiante, dove Romano ha saputo salvare il salvabile fino al traguardo con un pizzico di astuzia. Terzo sigillo di giornata grazie a Zanini. Il grigio ha vinto in bello stile la prova di preparazione alla siepi per i 4 anni, prendendo in contropiede il polacco Santo Cerro all’inizio della curva. Una manovra che ha consentito al grigio di Abel Gunther di acquisire vantaggio determinante sull’avversario, incapace a quel punto di ristabilire le distanze con il figlio di Poseidon Adventure. Nonostante il doppio e sfortunato cambio di monta per l’infortunio di Josef Bartos prima e quello di Lukas Matusky poi, Al Bustan ha definitivamente confermato di possedere i requisti necessari per approdare al Gran Premio Merano con buone possibilità. Nel Massimo Caimi l’allievo di Stanislav Popelka ha ripetuto in tutto e per tutto le gesta del Creme Anglaise, improvvisato senza distrazioni da Dominik Pastuszka, puntuale e concentrato nel dettare il tempo d’attacco decisivo dopo il verticale. Una vittoria che fortifica ulteriormente un soggetto di grandi ed indiscusse potenzialità, la cui crescita non è ancora ben definita basti guardare la freschezza con la quale sa chiudere le proprie gare. Il National svedese e il doppio successo Anglaise – Caimi sono senza dubbio un bel biglietto da visita per il ceco appartenente alla Slovakia Lokotrans. Buona anche la prestazione dell’altro inviato ceco Nos Galan, cavallo generoso che da sempre la sua linea, ma la bella notizia arriva di Alcydon Fan quinto nel Merano lo scorso anno. L’allievo di Roberto Cova sul suo terreno prediletto ha finalmente lanciato un bel segnale di ripresa dopo un periodo molto difficile. L’aria di Bolgheri ha dato nuova vitalità al figlio di Johnny Red Kerr atteso adesso ad un immediato progresso, non pervenuto invece l’ex francese Karelcytic. In chiusura di programma la condizionata in siepi riservata agli anziani, gara di rodaggio alla prossima gran siepi nella quale Notti Magiche ha battuto al termine di un bel duello il portacolori di Ghiotti Chiaromonte. Terminati in parità nell’ultimo impegno, questa volta il portacolori di Aichner ha avuto ragione dell’ex dormelliano allenato da Melanie Frank, due validi antagonisti che si ritroveranno senza dubbio nell’appuntamento più importante della stagione. (Nella foto il team vincente di Zanini)