Italia. Vana prendi tutto a San Siro, Sargas vola e vince a sorpresa nel Tatti Jacopo, battuti Change Maker e Kapjahr. En plein nelle restanti corse con Accelerator e Brunch Royal per i colori di Josef Aichner

Nel pomeriggio milanese del Tatti Jacopo, Pepi Vana cala la tripla vincendo la prova di cartello riservata ai quattro anni con il sorprendente Sargas. Dopo il rientro nel Madesimo il solido figlio di Shirocco ha trovato giovamento con la novità del paraocchi australiano, rivoltando completamente la sua ultima performance ed eludendo le velleità da parte del problematico Change Maker. Una prestazione quasi inaspettata quella del rappresentante ceco, filato in testa allo stacco del tape di partenza dando mai l’impressione di poter mettere in discussione la propria leadership. Jan Kratochvil lo ha gestito con grande sicurezza, consapevole di avere molto da spendere fra le proprie mani. Sotto frusta ha reagito bene a metà della breve diagonale, non scomponendosi sotto l’attacco di Queen Of Rome prima e di Change Maker poi, allungando in retta d’arrivo e difendendo con grinta la propria posizione nonostante la buona rincorsa conclusiva da parte dell’allievo di Paolo Favero. Sfortunato Change Maker, che presa la posizione al fianco della fucsia di Dominik Pastuszka, ha stoppato per un istante la propria rincorsa dirottandosi al largo e continuando a saltare a sinistra, fattore determinante che gli ha fatto perdere giri e lunghezze preziose nell’inseguimento al leader. Soltanto terzo l’atteso Kapjahr protagonista di una corsa tecnicamente non troppo esauriente, quarto a distacco terminava Sae Cortesapertas. Doppio Bartos per il triplo Vana in apertura di programma, netto al traguardo sullo steeple del Whispin dopo percorso d’avanguardia con il rientrante Accelerator, Star Maker secondo per l’en plein del team ceco che poi replicava alla stessa maniera con il cresciuto Brunch Royal nell’handicap per gli anziani sui 3000 metri in siepi, pronto a sfruttare comodo passaggio interno al termine della breve diagonale, precedendo il compagno di viaggio Cheap Thrill al termine di furibondo duello finale.

(Nella foto Sargas e Jan Kratochvil Photo by Max Bertolini)