Francia. Esame ad hoc per la femmina Perfect Impulse nel Prix Troytown, battuti i veterani Palougas e Storm Of Saintly. Nel Prix Indy gran numero dell’imbattuta De Bon Coeur

Gara di preparazione al Grande steeple Chase di Parigi, il Prix Troytown ha messo in evidenza l’ascesa di una cavalla molto affascinante come Perfect Impulse. Caduta nel Clermont alla ricomparsa stagionale, l’allieva di Arnaud Chaillé Chaillé si è resa di protagonista di una gara superlativa. Successo che è valso alla figlia di Poliglote la quarta affermazione sugli ostacoli alti, sui cinque effettuati nella propria carriera, un cammino interessante che pone la portacolori di Richard Corveller verso scenari importanti. Il test odierno era tutt’altro che semplice considerando la presenza dell’ottimo Palougas, reduce dal buon terzo posto ottenuto nel Grand Prix De Pau, e il super campione di Guillaume Macaire Storm Of Saintly laureato del Grande Steeple 2014. I due sono giunti nell’ordine alle spalle della vincitrice, con Palougas che ha reso il compito arduo alla femmina montata da Tristan Lemagnen che nel dopo corsa ha dichiarato: “Una prestazione eccellente. Ho montato una superba cavalla che certamente avrà un futuro luminoso, sono felice e ringrazio il mio capo per avermi dato questa possibilità.” Alquanto positiva la prima uscita stagione del decano Storm Of Saintly, capace di reggere il confronto nonostante l’importante resa ponderale fino all’ostacolo conclusivo. Al quarto posto chiudeva l’altro di Macaire Béguin D’Estruval avanti a Bipolaire e Djagable. Rientro vincente per l’imbattuto De Bon Coeur nel Prix Indy, prova di gruppo tre sulle siepi per i 4 anni in preparazione alla Gran Siepi riservata alla generazione. Vincitore del Prix Cambacéres, l’allievo di Francoise Nicolle ha mostrato un buonissimo grado di preparazione e sopratutto una crescita sia fisica che mentale molto importante. Nel finale incandescente la figlia di Vision D’Etat precedeva l’ottima grigia D’Vina, lasciando a largo distacco soggetti di buona levatura come Darling des Bordes e Kalifko. Non è ancora la migliore della sua generazione, come ha dichiarato Francoise Nicolle nel dopo Indy, ma ci sono senza dubbio i presupposti per ammirare nel prossimo futuro un cavallo con le stigmate di chi può aspirare a qualcosa di veramente importante. (Nella foto Perfect Impulse F.Equidia)