FRANCIA. Il Est è Francais! Ad Auteuil il quattro anni allevato dalla compianta Pascaline de Lageneste, domina il Renaud Du Vivier, ultimo Gr1 della stagione, allenato da Tom George il figlio di Karatkar si conferma leader della generazione. Davide Satalia replica con l’imbattuto Secret D’Etat nel Prix Chalet, obbiettivo Du Breil 2023

Il Est Francais decolla nel Renaud Du Vivier, ultimo gruppo uno della stagione francese, confermandosi leader delle generazione dei 4 anni sulle siepi. Impressionante nella performance offerta nel Pierre De Lassus, l’allievo di Tom George non ha fatto altro che ripetere le gesta di quanto espresso ad inizio mese, dominando la scena con una devastante accelerazione finale che non ha lasciato scampo ai suoi avversari. Ottimo il lavoro eseguito dal trainer con sede a Dawn Farm su questo figlio di Karatkar, che oggi ha corso con i colori della Haras de Saint Voir in omaggio all’allevatrice Pascaline de Lageneste, mancata in questi giorni all’affetto dei suoi cari e al marito Nicolas, team tutto francese che ha creato i presupposti per un campione che il prossimo anno cercherà di scalare alla prima categoria affrontando gli anziani.

AQPS di origine “Cyprès-Couétil” nella regione del Centro-Est fino a Saint Voir, Il Est Francais è la quintessenza di ciò che vuoi in un cavallo costruito per saltare. Ottimo soggetto anche nelle prove in piano, legato nei geni al buon Hard Rock, Sortie de Secours e Un Jour Ou L’Autre, la madre di Il Est Français, Millésimée , è stata mantenuta come fattrice nonostante una carriera agonistica poco prolifica. Hard Rock vincitore di un’edizione del Prix Edmond Barrachin (Gr3), Sortie de Secours (Trempolino), vincitore di due gare importanti, prima di diventare la madre di Général en Chef ( Martaline), vincitore del Prix William Head 2021 e quarto al Grand Steeple-Chase de Paris (Gr1).

In corsa James Reveley ha fatto tutto come da copione, prendendo la leadership della corsa all’inizio della curva finale superando Ine Anjou, per poi temporeggiare fino al superamento del penultimo ostacolo, staccando con assoluta superiorità dopo la finale. Al terzo posto chiudeva Spirit Of The Monn avanti a Kyrov e la deludente Hawai Du Berlais.

SECRET D’ETAT E LUCAS ZULIANI

In apertura di programma da sottolineare la splendida vittoria di Secret D’Etat. Allievo di Davide Satalia, (trainer italiano ormai sempre più una realtà ad alto livello del panorama francese) un castrone erede da Vision D’Etat, il tre anni ha concesso una splendida replica nel Prix Chalet condizionata per i giovanissimi sulle siepi da 63 mila euro di dotazione con in sella Lucas Zuliani. Appartenente alla formazione della Ecurie de Theyss, il giovane saltatore aveva debuttato con il piglio dell’ottimo soggetto un mese fa da inedito assoluto nel peloton B del Prix Emilius, a la replica concessa in quest’occasione, lasciano chiaramente intravedere un futuro molto interessante per l’allievo di Satalia, che in Primavera potrebbe ripresentarsi per tentare legittimamente la scalata verso l’Alan Du Breil a Giugno.

(Nella foto in alto Il Est Francais)

Author: hurdleandchase