ITALIA. Contorno di tutto rispetto nella domenica del Gran Premio Merano. Nel Gran Criterium d’Autunno, Costa Rica e New Friend vs il Macaire Now Or Never, nella Corsa Siepi dei 4 anni, la tascabile Velo Dipinto tenta il grande step contro la francese di Cottin Royale Margaux. In apertura spettacolo Gr ed Amazzoni con la condizionata in cross

La domenica del Gran Premio Merano Alto Adige proporrà un contorno di tutto rispetto. Alle ore 14,30 scenderanno in pista i tre anni per confrontarsi nel tradizionale Gran Criterium d’Autunno, prova di Gr1 in siepi sulla distanza dei 3300 metri. La carenza attuale di giovani saltatori non poteva portare ad un campo partenti migliore, gli indiziati alla corsa hanno dato regolarmente la loro adesione, e la presenza del francese Now Or Never per Guillaume Macaire, un figlio di Crillon ottimo protagonista in stagione fra Aix le Bains e Dieppe, mette sale ad una corsa che quindi assume un tono leggermente diverso di quello che si potesse pensare alla vigilia. Costa Rica, soggetto agli ordini di Pepi Vana per i colori di Josef Aichner, approda al primo grado con un a doppia vittoria di tutto rispetto, due tracce molto interessanti evidenziate nel Bi Elle Luca Bruschi, corsa tradizionalmente prolifica ai vincitori di Gran Criterium e nel gr2 dell’Ettore Tagliabue. Per l’ex Cottin un esame importante, vista anche la presenza del ceco New Friend affidato a Felix De Giles, castrone agli ordini di Pavel Tuma per i colori del gruppo Charvat, imbattuto in tre uscite (due bumper in Repubblica Ceca), promettente nel successo della debuttanti del Pasqualino Mazzoni a Merano, che per mancanza di monta a bypassato l’impegno nel Tagliabue. In costante progresso More Than A Habit, che sarà chiamato ad accorciare il gap nel confronto diretto proprio con Costa Rica. Berkshire Phoenix e l’importato Teddy’s Spirit completeranno il campo gara per Paolo Favero.

Ben riuscita la Corsa Siepi dei 4 anni anni. Otto al via sui 3500 metri con diverse novità in pista. Fra queste senza dubbio la francese di David Cottin Royale Margaux, quinta di Christian De Tredern ad Auteuil dopo la promettente vittoria parigina nella condizionata del James Hennessy, il ceco Dionis per il team Tuma Charvat, già visto all’opera a San Siro in contesto di livello e reduce da un ottimo quarto posto francese a Vittel, cavallo annunciato in grandissima forma. Pallatium torna a Merano dopo aver addrizzato la barra a Lysa Nad Labem, Orientaliste è una new entry del team Aichner, Raffles Speed approda dalla Francia con qualche linea da mettere sul piatto, ma il tifo sarà tutto per l’italiana Velo Dipinto. La tascabile saltatrice allenata da Raffaele Romano, ha rifinito perfettamente la preparazione vincendo molto bene il suo ultimo turno dopo l’ottimo rientro nel Saverio Lembo, una cavalla in progresso che ha mostrato grande tecnica e che potrà contare sulla presenza al suo fianco l’alleato di Box Black Watch, quindi la ceca Surabaya per Zdenek Semenka che cercherà di sopperire al grande assente della corsa Machinos.

In apertura di programma la condizionata in cross country sugli impegnativi 3900 metri riservata ai gr e alle amazzoni, dove ancora una volta il fenomenale Manolo cercherà di allungare la sua straordinaria serie positiva, contro il progredito White Wood visto in palla nell’Oreste De Strobel, Saint Joseph e Quick Davier.

(Nella foto in alto Costa Rica)

Author: hurdleandchase