ITALIA. Merano, nel Giulio Coccia ultimo test con vista Roma, cross sui 4100 dove Almost Human è atteso ad un ruolo di primo piano dopo lo sfortunato Giorgi. Bella la maiden sulle siepi del Lagundo riservata ai tre anni, dove More Than Habit e Dream In Blu reduci da un buon esordio nel Prime Siepi, misureranno l’esordiente ceco Frehel

A Merano si corre il tradizionale Giulio Coccia, ultimo test preparatorio per il Grande Steeple Chase di Roma in programma domenica 19. Sei le unità al tape di partenza dopo il primo trial del Sergio Giorgi, gara quest’ultima molto convulsa che fu condizionata dallo scarto di Silver Tango. Ne fece le spese Almost Human che si stava presentando come potenziale protagonista, l’allievo di Josef Vana Sr cercherà di riprendersi ciò che la cattiva sorte gli ha tolto nell’ultimo turno, al fine di tornare con la giusta condizione atletica nel Roma del quale è il detentore. Ci sarà da valutare la condizione del rientrante Il Superstite (assente da 252 giorni) altro magnifico veterano della formazione giallo nera di Josef Aichner, dodici primavere sulle proprie spalle, mille battaglie, tanti infortuni ma con un’immensa qualità della quale è in possesso che gli ha permesso di restare ai vertici per lungo tempo. L’allievo di Pepi Vana ha apprezzato il cross country nella passata stagione fra San Siro e Merano, unico dubbio capirne il reale stato di forma. Dal controverso Giorgi approdano anche il ceco Saint Joseph, allievo di Pavel Tuma atteso in progresso e lo stesso Silver Tango, allievo di Raffaele Romano che merita comunque grande rispetto, il polacco Hades non ha mai convinto troppo sul cross, mentre White Wood teoricamente vale molto di più di ciò che recita la carta.

Interessante anche la maiden riservata ai tre anni in siepi posta in chiusura di programma. Corsa che potrebbe lasciare una traccia interessante sul Premio Dei Giovani, dove More Than Habit e Dream In Blu ripartono dal buon esordio del Prime Siepi; interessante presenza quella del ceco Frehel, un figlio di Maxios per i colori di Jiri Charvat che ha dato una bella impressione nella vittoria in flat a Most. Fullsome e Kaspianne potrebbero segnare un passo in avanti, debuttano Hechisera Billy e Lord Wind.

Divertente anche l’handicap del Premio Glorenza riservato agli anziani sulle siepi, dove Sky Costellation va in pole dopo l’ottima prova che lo ha visto battuto dal compagno di allenamento Mensch all’ultimo turno; Santa Klara sfortunata in cross e Igor meritano una prima chance, il top weight Aventus è molto gravato ma merita come sempre il giusto rispetto, Chappy Bros è un bottom weight molto temibile, Azonto può crescere sensibilmente dopo la lunga sosta.

Ascendente per anziani sullo steeple chase in apertura di programma, dove tutti e cinque i soggetti si giocano la loro chance.

(Nella foto Il Superstite)

Author: hurdleandchase