ITALIA. Pisa, giovedì il Premio Lexou, secondo step per i quattro anni che guardano ai grandi ostacoli del Neni Da Zara, in pista i primi tre classificati della Prova D’Assaggio, Peace Garden, Honey Sexy e Salcret, oltre alla novità Gatsby

Sulla strada che porta al tradizionale Neni Da Zara, i quattro anni impegnati sui grandi ostacoli si affronteranno questo giovedì a San Rossore nel Premio Lexou, secondo test stagionale dopo il warm up all’esordio nella Prova D’Assaggio. Potenziale occasione di un remake fra Peace Garden, Honey Sexy e Salcret, giunti nell’ordine al termine di un bella retta d’arrivo. Peace Garden dovrà rendere due chili alla femmina e ben cinque al maschio, ma la sensazione è che l’allievo di Pepi Vana nonostante fosse assente dalle piste da ben 137 giorni, abbia vinto con quel quid in più che gli potrebbe permettere di recitare ancora una volta il ruolo da protagonista. Si tratta di un classico Kapgarde che il team ceco – altoatesino ha messo da parte dopo l’esordio agostano nel meranese Pasqualino Mazzoni, permettendogli la naturale evoluzione e creandogli i presupposti da chaser di qualità. Contro ci sarà la femmina del team Charvat, Honey Sexy cavalla che dopo l’enfatica vittoria alla prima italiana in quel di Treviso, a Pisa ha avuto soltanto il demerito di aver trovato sulla propria strada un avversario d’indubbio valore. L’allieva di Pavel Tuma che avrà due chili di vantaggio sul maschio, potrà fruire anche della gestione esperta di Jan Faltejsek, jockey con il quale la figlia di Martaline ha avuto la sua prima esperienza sugli ostacoli a Pardubice. Salcret può migliorare molto e il vantaggio ponderale non è un fattore di poco conto. L’allievo di Raffaele Romano ha corso da primattore nella Prova D’Assaggio, correndo coraggiosamente da front runner subendo soltanto nel finale i due più quotati avversari, in sella al portacolori della Genets ci sarà ancora Gabriele Agus. Romano riproporrà anche la femmina Aggression, ricollocata nuovamente sugli ostacoli dopo una non troppo felice parentesi in piano, Favero si attende migliorie dalla femmina Best Address, oltre che dal roano Speed Merchant e River Of Kings; infine la seconda pedina di Jiri Charvat che porta il nome di Gatsby, un figlio di Egerton splendido vincitore all’esordio assoluto sulle siepi a Pardubice lo scorso 20 Giugno. Nella periziata sulle siepi riservata ai 4 anni della seconda corsa potrebbe essere arrivato il turno di Sopran Pegaso, colori di Elia Tanghetti e training di Raf Romano, piaciuto molto nel premio Tacito dove ha preceduto Bajazyd e il compagno di colori Urus; Paolo Favero ne ha tre in corsa, e Consensus affidato a Jan Faltejsek potrebbe far valere la linea di Treviso contro la valida Lady Minx, vincitrice a Pisa la scorsa settimana, quindi Petrone e Shamalann per il team Aichner, con la scelta di Josef Bartos che cade sul primo. Handicap per anziani il Premio Doretto, otto al via e corsa equilibrata con Watch Tomorrow chiamata a migliorare l’ultima performance pisana. Temperant ha una tonnellata in sella ma di fatto sarebbe il migliore, considerato il rientro ad hoc contro soggetti di prima categoria come First Daum, Grand Sud e Dominique. Vietato però escludere altre soluazioni; il colpaccio a grossa quota? Sopran Zarina.

(Nella foto Speed Merchant)

Author: hurdleandchase