AUSTRALIA. Flying Agent show, la star di Amy McDonald domina anche il ricco Crisp Steeple Chase a Sandown Park, ritagliandosi un posto in prima fila per il Grand National di domenica 28 Agosto. In sella al vincitore Lee Horner, battuti Yulong Place e Valac

La star Flying Agent domina anche il ricco Crisp Steeple Chase da 150 mila dollari, confermandosi un serio candidato al prossimo Grand National Steeple Chase in programma domenica 28 Agosto a Ballarat. Molto cresciuto dalla passata stagione, l’allievo di Amy McDonald (sesto nel passato National) ha ripetuto con le stesse modalità la vittoria ottenuta nel Thackeray Steeple Chase, dominando la corsa in retta d’arrivo dopo aver stazionato in modo costante nelle posizioni di coda. Lee Horner si è presentato in assoluto controllo al termine della piegata finale alle spalle dei battaglianti Brungle Bertie e Yulong Place, sfilando all’interno di quest’ultimo al salto finale, per poi rifinire il tutto nel tratto pianeggiante della corsa. Sette le lunghezze di vantaggio per il possente figlio di Raise The Flag, che con questo successo acquisisce un posto in prima fila per la grande corsa di fine mese. Terzo l’attesi Valac, che in quest’occasione non ha potuto far altro che adeguarsi alle spalle dei due rivali.

Molto soddisfatta la sua mentore Amy McDonald nel dopo gara: “Lavori per questi giorni e certi risultati, e questo è un grande giorno. Non siamo andati molto bene con alri cavalli, ma ce n’è sempre uno che si distingue dalla massa e ti fa andare avanti, ed è lui per noi.” McDonald ha ammesso che la sua frequenza cardiaca era “davvero terribile” guardando lo svolgersi della gara, poiché non è andata del tutto come previsto. “Il piano non era quello di essere così lontano oggi, pensavamo che sarebbe stato simile all’altro giorno a Warrnambool, ma ha mancato il calcio e Lee gli ha dato un giro sensazionale, punti furtivi”, ha detto. “Era fantastico.” Anche se potrebbe non essere stato un orologio facile per McDonald, Horner sapeva di essere ben posizionato mentre il campo correva in discesa negli ultimi 1000 metri. “Stava precipitando giù per la collina, quindi lo stavo solo tenendo bene in mano, non gliel’avevo chiesto affatto“, ha detto Horner. “L’ho tenuto fermo fino a quando non abbiamo girato la curva, il rail è scomparso, è salito all’interno molto facilmente. Sono stato molto cauto nel superare l’ultimo ed è stato bravo sulla linea. Probabilmente la pista era abbastanza bagnata per lui lì oggi, è una bella superficie, ha saltato in modo impeccabile, come faceva sempre. Sembra decisamente più un cavallo nazionale questa volta rispetto all’ultima volta.”

(Nella foto Flying Agent e Lee Horner)
(Scott Barbour – Racing Photos)

Author: hurdleandchase