Francia. Blue Dragon torna ad alzare la voce nel Prix Léon Olry Roederer, battuti i compagni di allenamento Tir Au But e Bosseur per un super en plein Cherel

Blue Dragon torna a vestire il ruolo del protagonista imponendosi nell’atteso Prix Léon Olry Roederer ad Auteuil. Nel classica post Grand Prix D’Automne l’allievo di Guy Cherel affidato alle mani di Jonathan Plouganou, ha preceduto i compagni di allenamento Tir Au But e Bosseur, confermando di aver superato lo shock asfittico del precedente impegno. Il figlio di Califet è balzato subito al comando delle operazioni, imponendo ritmo importante alla corsa gestendo con esperienza i momenti più impegnativi del percorso. Il portacolori di Magalen Bryant ha attaccato la dirittura d’arrivo con grande prestanza, prendendo notevole vantaggio dopo il penultimo ostacolo e conservando un paio di lunghezze dal secondo arrivato Tir Au But, autore di finale in gran crescendo che gli permetteva proprio nei pressi del traguardo di precedere il compagni di colori Bosseur. Guy Cherel dichiarava nel dopo corsa: “Dovevamo dare la colpa a qualcuno per quanto successo nell’Automne, fortunatamente che oggi siamo riusciti a vincere tutto sommato in modo convincente. Di fatto ha effettuato una corsa in più di quello che era stato previsto nel suo programma.” Felice anche il jockey vincitore della corsa Jonathan Plouganou: “La missione è andata bene ed ha saltato in maniera molto buona. E’ stato molto serio in corsa anche se oggi le condizioni di gara erano diverse rispetto all’ultima volta, probabilmente più favorevoli. Il treno di gara ha avuto in regime di buon livello ed in fondo alla corsa ha comunque difeso bene la propria posizione.” Per Blue Dragon si tratta della settima vittoria di gruppo conquistata ad Auteuil. (Nella foto tutto il team vincente di Blue Dragon F.Le Parisien)