FRANCIA. Cagnes Sur Mer, Berjou magnifique compie l’en plein, dopo Mont Vial e Comte de Nice vince in modo superbo anche il Grand Prix de la Ville de Nice Memorial Bernard Sécly, nulla da fare per i Cottin’s Meredith ed Achour. Bounwell netto nella Grand Course de Haies, Running D’Or ok fra i siepisti di 4 anni, mentre fra i pari età sullo steeple netto al traguardo Rockandenn

Berjou si conferma campione di Cagnes Sur Mer. En plein per lo straordinario chaser di David Windrif che dopo le splendide vittorie ottenute consecutivamente nel Prix du Mont Vial e Comté de Nice, fa suo anche l’attesissimo Grand Prix de la Ville de Nice in ricordo del master Bernard Sécly. Una performance étonnant direbbero i cugini francesi, con il figlio di Holy Roman Emperor meravigliosamente gestito da Nicolas Gauffenic, capace di manifestare una larga superiorità ai suoi avversari senza nemmeno dover ricorrere alle maniere forti. I Cottin’s Meredit ed Achour quest’ultimo detentore della corsa, si sono giocati nel migliore dei modi le proprie chance, con il secondo in testa alla gara a scandire ritmo di una certa importanza e la femmina alle sue spalle pronta a sfruttarne l’evenienze tattiche. L’epilogo della contesa al termine della dirittura opposta, primo ad uscire di scena l’outsider Pinson du Rheu con la caduta di Raphael Mayeur, alle spalle di Achour e Meredith il generoso My Boy nella cui scia risaliva silenzioso Berjou dopo aver superato Fou du Brésil. Dopo il gros open ditch poco prima della dirittura, Meredith iniziava l’operazione di sorpasso al compagno di box poi concretizzatosi alla doppia barriera, quando Berjou si lanciava al largo dei due avversari ricevendosi dalla finale in totale controllo sulla cinque anni interpretata da Ludovic Philipperon. Senza l’ausilio della cravache Berjou transitava due lunghezze avanti alla rivale, Achour stoico ancora terzo avanti al Fou du Brésil. La giornata si era aperta con il Prix André Masséna Grande Course de Haies des 4 Ans, con la vittoria dell’ottimo Running D’Or per Serge Foucher, un ottimo esemplare da Archange D’Or per l’Ecurie de la Verte Vallée, che sotto la regia di Maxime Lefebvre si prendeva la rivincita da Volkov Jelois che lo aveva preceduto nel test di preparazione del Cyborg. Bel anche l’edizione del Prix Christian de l’Hermite Grand Steeple-Chase des 4 Ans, dove non ha sbagliato l’appuntamento con la vittoria il lanciatissimo e favorito Rockandenn, alla sua quarta vittoria in Costa D’Azzurra ed ancora imbattuto sulla pista. Infine la Grande Course de Haies de Cagnes che sancito il primo piano di Bounwell in una prova alla viglia molto equilibrata, risolta in splendido stile già prima della siepe finale dall’allievo di Francois Marie Cottin, che lasciava a distacco My Maj e Le Mans.

(Nella foto Berjou e Nicolas Gauffenic)