Francia. Domenica apre Auteuil per la nuova stagione con due corse di gruppo ad alto tasso tecnico, Prix Robert de Clermont Tonnerre e Juigné. In lista d’attesa campioni del calibro di Bipolaire, Device, De Bon Coeur, On The Go ed Edward D’Argent

Domenica quattro Marzo si aprono i cancelli ad Auteuil. Sulla collina di Montmatre il primo convegno della stagione 2018, una riunione di alto profilo con undici corse in programma fra le quali spiccano il Prix Robert de Clermont Tonnerre e il Juigné. Due test importanti per riassaporare il percorso della Route d’Auteuil aux Lacs, il primo un gruppo tre in steeple chase riservato agli anziani sui 4400 metri, warm up al futuro Grand Steeple Chase de Paris, l’altro un terzo grado sui 3600 metri in siepi che vale come primo tagliando alla Grand Course de Haies de Auteuil. Nome pesanti nella lista d’attesa alle due corse più importanti della domenica, fra questi il campione Bipolaire il vincitore del Prix La Haye Jousselin a Novembre. Quinto nella scorsa edizione alla grande corsa parigina, il figlio di Fragant Mix ha manifestato una crescita esponenziale vincendo Heros VI ed Hennessey, Francois Nicolle lo vuole pronto per il Grand Steeple Chase de Paris (scontato obiettivo stagionale per il portacolori di Jacques Détré) resta da capire se il trainer di Saint Augustin voglia rischiarlo immediatamente. Macaire potrebbe puntare da subito con il grigio Edward D’Argent, leader dei 4 anni nella passata stagione, un talento dal prospetto affascinante che superato un piccolo guaio fisico nella scorsa Primavera che non gli ha permesso di prendere parte al Du Breil, durante la fase autunnale ha vinto Orcada e Morgex, battuto di misura nel Gillois dal compagno di allenamento On the Go. Quest’ultimo resta in lista d’attesa per un eventuale assaggio stagionale in questa corsa, nella quale il trainer di Compiégne medita anche sul potente Saint Goustan Blue, soggetto in possesso di una buona esperienza sullo steeple, altro cinque anni di belle speranze che a Compiégne ha vinto il Prix Leopoldo D’Orsetti, la Grand Course de Haies locale. Capferret, Hurkhan e Farlow de Mottes altri probabili candidati alla corsa. Nel Juigné spicca il nome di Device, il campione della proprietaria Magalent Bryant che dopo un’annata colma di sfortuna spera in questa stagione di recitare finalmente ruolo di assoluto protagonista. Un genio incompreso sul quale Macaire ha sempre speso parole molto importanti, un cavallo dai mezzi straordinari al quale è mancata quella buona sorte per far suo il suo primo gruppo uno della propria carriera, dvenuto un vero e proprio tabù. Ma in stand by c’è anche la straordinaria femmina De Bon Coeur, la volante cinque anni allenata da Francois Nicolle che punta ad un’annata ai massimi livelli dopo la clamorosa escalation 2017. La figlia di Vision D’Etat ha perso la propria imbattibilità con una sfortunata caduta nell’Alain du Breil, ha vinto ben otto corse sulle nove disputate concludendo la passata stagione con due squillanti sigilli nel De Lassus e nella Grand Course de Haies des 4 ans ad Auteuil. (Nella foto Bipolaire)