Francia. Super sabato ad Auteuil con il Prix des Drags, in pista Bipolaire e So French, Questarabad, Aguado e l’atteso Prix La Barka

Auteuil sta preparando il finale di stagione proponendo gli ultimi eventi classici della prima sessione di corse parigina. Sarà quindi un mese di Giugno da seguire con particolare interesse a partire dal prossimo sabato, quando sul circuito di Montmartre si disputeranno classiche come Prix Des Drags, La Barka, Questarabad e Aguado. Il Des Drags è una ricca consolazione al Grand Steeple Chase de Paris, prova di gruppo due sui 4400 metri alla quale dovrebbero aderire Bipolaire e So French. Il grigio allenato da Francois Nicolle è caduto al secondo ostacolo nella grande corsa parigina, vanificando le potenziali chance di vittoria, un incidente che ha reso vano anche il tentativo al terzo titolo di So French, anch’esso reo di essersi trovato sulla traiettoria del misfatto. I due avranno primissima chance in un contesto chiaramente alla loro portata, nel quale sono in lista d’attesa anche Saint Turgeon, anch’esso out nel grande steeple, Roi Mage (coinvolto nella caduta di Bipolaire) e Balkan du Pecos giunto quarto. Iscritti illustri nel Prix La Barka, un gruppo uno mascherato da secondo grado, una volta preparazione alla Grand Course de Haies, nella quale gli anglo irlandesi fanno sentire molto forte la propria presenza. Cinque sono le voci del champion trainer irlandese Willie Mullins, Yorkhill, Bapaume, Shaneshill, Asthuria e Blue Berry. Nicolle potrebbe riproporre Alex de Larredya, mentre Guillaume Macaire dopo una parentesi sullo steeple chase, è pronto a rilanciare sugli ostacoli bassi il campione della sfortuna Device, secondo nel Grand prix D’Automne lo scorso Autunno. Tre anni in siepi nell’Aguado, prova di gruppo tre con gli imbattuti Pic D’Orhy e Beaumex De Houelle in pole position contro i due di Macaire Fiumicino e Goliath du Berlais. Nicolle ha in lista il lanciato Porto Pollo, poi una modesta coppia allenata da Guy Cherel. Fra i quattro anni in siepi del Questarabad, Tunis e Master Dino (Macaire) rispettivamente secondo e terzo del Alain du Breil, monopolizzano il pronostico, mentre Mullins ne ha tre da candidare. (Nella foto Bipolaire e So French)