FRANCIA. Super samedi ad Auteuil con cinque corse di gruppo, clou Prix Des Drags sullo steeple chase, incerta La Barka. I tre anni al via nella doppia poule maschi femmine con gli imbattuti di David Cottin, Matilda du Berlais e Paradiso

Iniziano i grandi meeting estivi ma in Francia sarà ancora Auteuil a tener banco in questo mese di Giugno. Quattro i convegni che restano ancora da completare prima della chiusura di martedì 29, sabato la giornata senza dubbio più bella del programma, una sorta di ricca consolazione post gran premi con cinque prove di gruppo. Sarà il Prix Des Drags la corsa con maggior dotazione, un grande steeple in formato gruppo due sui 4400 metri che ha raccolto sei soggetti al via. Fra questi rivedremo all’opera Edegoy per Francois Nicolle, soggetto di proprietà della famiglia Détré che in passato a Parigi ha conquistato una bella edizione dell’Heros XII; un figlio di Saddler Maker che ha ritrovato le giuste coordinate esprimendosi molto bene nelle ultime due uscite di Compiègne, dove ha ottenuto un primo e secondo nel Journaliste e Prix Romati. Macaire e Lageneste rilanceranno le ambizioni del sei anni Feu Follet per i colori di Pierre Pilarsky, caduto nel Grand Steeple Chase de Paris, mentre Patrice Quinton sarà al via con il lanciatissimo Fanfaron Spécial, soggetto in grande evoluzione che ha insaccato un clamoroso doppio handicap (l’ultimo di Gr3) Lutteur III e Presidente de la Republique. Completeranno il campo gara il veterano Poly Grandchamp, buono per tutte le occasioni, Gardons Le Sourire per Gabriel Leenders, unico cinque anni in gara che ha deluso in questo finale di stagione, e Royalclety per Eric Lecoiffier. La giornata si aprirà con i giovanissimi nel Haras D’Etrham Prix Sagan, otto femmine di tre anni al tape di partenza dove cerca la prima consacrazione della propria carriera l’imbattuta Matilda Du Berlais, allieva di David Cottin per Magalent Bryant (al suo fianco la compagna di allenamento La Boétie) splendida protagonista di Wild Monarch e Prix d’Iéna. La prova gemella al Sagan sarà naturalmente il Prix Aguado, con i maschi al via sui 3500 metri in siepi, tema della prova sarà identico a quello riservato alle saltatrici in rosa, con la presenza dell’imbattuto Paradiso per la formazione di David Cottin, chiamato alla tripla dopo il successo all’esordio nel Wild Monarch e nella listed del Prix Stanley. Infine altre due perle del pomeriggio parigino con il tradizionale Prix La Barka e il Questarabad. Grande incertezza nella prova sulle siepi di Gr2 riservata agli anziani, una sorta gran course de haies estiva nella quale Francois Nicolle ha l’imbarazzo della scelta fra Polirico, Porto Pollo, il veterano Aragorn D’Alalia e due potenziali prime lame con il lanciato Garasil e Becquarainbow. Nel Questarabad al via i quattro anni sugli ostacoli bassi, gara nella quale c’è molta curiosità nel rivedere all’opera Raffles Face (colori Simon Munir) reduce da una sequela di splendidi piazzamenti, vedi Prix Georges de Talhouet Roy, Cambacérès (Grand Course de Haies 3 ans) Amadou e Alain Du Briel. Il trainer di Saint Augustin ha in lista d’atteso anche Magneto, ex vincitore di Aguado che ha ritrovato la via del successo nella provincia in quel di Moulins.

(Nella foto Matilda du Berlais)

Author: hurdleandchase