INGHILTERRA. Champ e Santini, obiettivo comune la Gold Cup 2021. Nicky Henderson vincitore dell’ottava Champion Hurdle con Epatante, è soddisfatto per l’andamento dei suoi campioni ai quali traccia un ipotetico scenario per la prossima stagione

Nicky Henderson è senza dubbio una delle figure maggiormente rappresentative del panorama National Hunt inglese, laureatosi cinque volte champion trainer il master di Upper Lambourn che in passato ha dovuto combattere anche per una squalifica di tre mesi e una multa di 40 mila sterline,
record come sanzione sportiva nel Regno Unito, a causa di un test antidoping non superato dalla cavalla Moonlit Path (proprietà della Regina) a Cheltenham ha ottenuto quest’anno quattro vittorie, le più significative quella della femmina Epatante nella Champion Hurdle, gara nella quale detiene il primato con otto vittorie dal 1985 a oggi e senza dubbio quella enfatica di Champ nella Rsa. Henderson che al festival ha annunciato pubblicamente di aver perso ormai gran parte della vista, è tornato a parlare proprio del figlio di King’s Theatre, uno dei potenziali protagonisti alla Gold Cup del 2021: “Non vedo perché non possa essere un cavallo da Gold Cup nella prossima stagione. È di prima classe, non c’è dubbio. Ci sono tutte le possibilità che potremmo andare a Novembre per la Intermediate Chase d’inizio Novembre a Sandown Park, gara che quest’anno abbiamo vinto con Santini il secondo arrivato della Gold Cup. D’altronde non ci sono un milione di gare per questo tipo di cavalli. Sarebbe un ottimo punto di partenza. Non è stata una sorpresa vederlo vincere, poiché sapevamo tutti che poteva farlo. La sua è stata una performance straordinaria e anche quella di Barry Geraghty. Ovviamente deve migliorare molto in termini tecnici, ma ha tutte le possibilità di diventare un cavallo da Gold Cup.”

SANTINI E NICKY HENDERSON

Henderson ha anche parlato di Santini, otto anni che alla sua sesta corsa sul chase ha conquistato una pregevolissima piazza d’onore alle spalle del vincitore Al Boum Photo nella Gold Cup. “Ha corso la gara della vita. Un terreno un po’ più morbido avrebbe potuto essere meglio per lui ma non ci sono scuce da accampare. Era solo alla sua sesta apparizione nella specialità, e la terza volta a Cheltenham e non ha sbagliato nulla. È un grande cavallo che ha il potenziale per vincere la Gold Cup a cui sarà ovviamente indirizzato. Su Santini non c’è a differenza di Champ un piano preciso, probabile che si possa andare per la Betfair Chase ad Haydock o Kempton Park per la King George, valuteremo è ancora molto presto.”

(Nella foto in alto Champ)