INGHILTERRA. Evan Williams, orgoglio gallese. Secret Reprieve e Adam Wedge trionfano nel Welsh Grand National Chase a Chepstow. Il trofeo resta per il secondo anno consecutivo nel Monmouthshire dopo la vittoria nella scorsa edizione di Potters Corner. Adagio ok nel Gr1 della Finale Juvenile Hurdle; Nicholls ne vince undici

L’orgoglio gallese per le tradizioni, la storia e la lingua è visibile in ogni angolo del paese. Il Welsh Grand National Chase è una delle cose alle quali i dragoni rossi tengono maggiormente, immaginiamo quindi quale sia il grado di soddisfazione che starà pervadendo Evan Williams, allenatore del Monmouthshire che per la prima volta è riuscito a conquistare la splendida maratona in programma questo sabato a Chepstow. La vittoria dell’atteso Secret Reprieve succede a quella di un altro gallese doc come Christian Williams, trainer che nella scorsa edizione vinse con Potters Corner, regalando dopo ben 54 anni dalla vittoria di Northern (1965) l’ambito trofeo al popolo del Galles. Bravo Adam Wedge, forte mentalmente come deve essere un bravo fantino National Hunt, a restare tranquillo nonostante il pomeriggio fosse iniziato con due clamorose cadute, fiducioso nella gestione del figlio di Flemensforth eletto favorito a 5 contro 2, netto nel finale a precedere The Two Amigos e Yala Enki, quest’ultimo terzo anche nella passata edizione. Evan Williams ha dichiarato: “È più sollievo che altro, il che è una cosa terribile da dire. Significa moltissimo per noi. È una bella responsabilità correre da favoriti, ma è per questo che facciamo questo lavoro. Onestamente non è mai stata una preoccupazione per me. La preoccupazione è stata più che altro quando Adam era a terra dopo esser caduto. L’hanno rattoppato incredibilmente bene e Adam merita gli elogi, non è facile montare come ha fatto dopo due voli non indifferenti, tanto di cappello. Il cavallo è una gioia, non puoi mai essere sicuro di te quando stai affrontando questo tipo di corsa, ma nella bocca dello stomaco ho pensato che avrebbe portato un ulteriore miglioramento e mi sembrava che avesse galoppato fino alla linea.” L’allenatore di Llancarfan ha confermato in seguito che la cinghia del sottosella di Secret Reprieve si era rotta nell’ultima parte della gara, dopo di che ha aggiunto: “E’ pazzesco come vanno le cose. Dopo la giornata che ha avuto “Wedgey”, pensavo “oh no, non può saltare l’ultimo e poi Adam cade”. Hai il sottopancia con due fibbie, che sostanzialmente mantiene la sella. Quindi hai un sottopancia con elastico che fa tutto il giro e senza quello, Adam sarebbe caduto.” Il vincitore ha ricevuto quotazioni di circa 25-1 per il Grand National ad Aintree ad aprile, ma Williams ha avvertito che non è certo di dirigersi verso la corsa a ostacoli più famosa del mondo. Ha detto: “La gara che mi viene veramente in mente è la National Hunt Chase al Festival di Cheltenham. Questo solamente perché è un principiante. La realtà è che il Grand National sarebbe in cima alla mia lista, ma dovrò parlare con i coniugi Rucker (proprietari) e vedere in che direzione vogliono andare e vedere come esce il cavallo da questa corsa.”

ADAGIO E TOM SCUDAMORE

In giornata da segnalare la bellissima vittoria di Adagio e Tom Scudamore per David Piepe nel Gr1 della Finale Juvenile Hurdle. Battuto il favorito di Gary Moore Nassalam con parziale finale importante, terzo a distacco l’importato francese di Paul Nicholls Houx Gris; da segnalare che il trainer di Lidney ha fatto segnare un totale di 11 vittorie fra i convegni contemporanei di Chepstow, Kempton e Wincanton, well done!

(Nella foto in alto Adam Wedge, Photo Getty Images)

Author: hurdleandchase