Inghilterra. Harry Cobden stagione top con Paul Nicholls, l’ex champion conditional jockey, vincitore quest’anno di King George VI in sella a Clan Des Obeaux, ha superato per la prima volta in carriera il muro delle 100 vittorie

Per la prima volta nella sua carriera il giovane jockey Harry Cobden ha superato il muro delle 100 vittorie in una stagione. Si tratta di un ottimo risultato per la frusta inglese, divenuto champion conditional jockey nella stagione 2016 2017 nella quale seppe conquistare ben 61 sigilli. Promosso dal champion trainer Paul Nicholls a fantino numero uno della formazione del Dichteat, dopo che Sam Twiston Davies nel Maggio del 2018 decise di diventare free lance, Cobden che nella scorsa stagione conquistò uno score di 77 vittorie, alla sua prima occasione da top jockey di scuderia, sta ripagando la scelta quanto mai opportuna del suo mentore Paul Nicholls di eleggerlo a prima monta. In questa stagione Harry Cobden ha vinto la King George VI a Kempton Park in sella a Clan Des Obeaux nel giorno di Santo Stefano. Il ventenne che aveva iniziato questa sessione di corse con un grave infortunio dopo una caduta a Market Rasen la scorsa Estate, poco dopo essere stato confermato come primo jockey di Nicholls, ha detto: “Sono contento, veramente felice che questo obiettivo sia arrivato. Era un obiettivo all’inizio della stagione, poi mi sono fatto molto male nella caduta e purtroppo ho dovuto riposare ben per quattro mesi. Durante l’inverno c’è stata l’occasione di montare molti buoni cavalli, ci sono state molte vittorie, e la scuderia di Paul Nicholls è ovviamente un aiuto determinante. La qualità è lì così come la quantità, quindi sono solo un ragazzo molto fortunato ad essere in questa posizione. E’ stata una stagione fenomenale.”

(Nella foto Harry Cobden)