Inghilterra. Obiettivo Gold Cup, Paul Nicholls crede fortemente nel cresciuto Clan Des Obeaux, il vincitore di King Gerge VI e Denman Chase che deve sfatare il tabù Cheltenham

Clan Des Obeaux continua ad avere un forte sostegno per la vittoria alla prossima Magners Gold Cup di Cheltenham. Dopo il prezioso sigillo conquistato nella King George VI nel giorno di Santo Stefano, l’allievo di Paul Nicholls ha rifinito la preparazione vincendo ad Ascot nella Denman Chase, un cavallo in grande espansione che attualmente è stato tagliato a 4 contro 1 rispepetto al 10 contro 3 del favorito Presenting Percy, con il detentore della corsa Native River proposto a 5. Una vittoria di Clan Des Obeaux regalerebbe la quinta vittoria al champion trainer inglese a secco nella Gold Cup da dieci edizioni, una corsa che ha vinto nel 2007 e nel 2008 grazie ai campioni Denman e Kauto Star. Persistono dubbi sulla reale sintonia del figlio di Kapgarde alla mano sinistra di Cheltenham, ma Paul Nicholls non sembra preoccupato di tutto ciò: “Tutti continuano a dire che non ha vinto a Cheltenham nelle precedenti quattro corse. La prima volta che ha disputato una corsasulla pista era molto giovane, ed oltretutto non avrebbe mai dovuto correre nella Triumph Hurdle al tempo in cui una parte era di Jared Sullivan. Se il signor Barber lo avesse posseduto a titolo definitivo, non avrebbe mai corso nella Triumph Hurdle perché non ne aveva le caratteristiche. E’ stato secondo di Whisper nella Dipper Novice Chase ed ha poi lievitato in termini ponderali. Harry Cobden è sceso quel giorno e ha detto che stava ancora imparando il mestiere, ma adesso siamo dove volevamo essere. Oggi è un cavallo esperto e molto maturato, ed ha fatto ciò che doveva nelle ultime corse. Siamo davvero entusiasti di correre nella Gold Cup, non sappiamo quanto possa valere realmente e dove finirà. Kauto ha vinto la sua prima Gold Cup a sette anni, quindi ha l’età giusta. Incrociamo le dita, abdicando un po’ di fortuna nella corsa, ma siamo convinti che correrà una grande gara.” (Nella foto Clan Des Obeaux Photo by Alan Crowhurst / Getty Images)