INGHILTERRA. Saranno solo tre al via nel Clarence House Chase di Gr1 ad Ascot, teatro per la grande sfida fra l’irlandese di Willie Mullins Energumene, vincitore del Champion Chase, e Edwardstone il titolare dell’Arkle Chase, reduce dal flop di Kempton Park

Sabato ad Ascot il ricco Clarence House Chase di primo grado da quasi 100 mila sterline, gara che anche quest’anno ha raccolto il minimo sindacale di partenti. Saranno solo tre al via nella classica d’inizio anno sulle breve distanza, numericamente non riuscita ma senza dubbio di qualità, per un confronto ad altissimo tasso tecnico grazie alla presenza dell’irlandese Energumene e il britannico Edwardstone, con Amarillo Sky nelle vesti del super outsider. Pochi partenti anche nella passata edizione, che fu comunque apprezzata come una delle migliori corse della stagione, resta elettrizzante dal super duello inscenato fra il fenomenale Shishkin e lo stesso Energumene, quest’anno misurato dall’ottimo allievo di Alan King Edwardstone, reduce dal fuori programma di Kempton Park nelle Desert Orchid. Dopo la sconfitta maturata ad Ascot, Energumene è poi andato a vincere con stile impeccabile il Champion Chase al Festival di Cheltenham, replicando nella omonima gara di Punchestown. Rientrato con un facile assunto a Cork lo scorso 11 dicembre nella Hill Way Chase di Gr2, il figlio di Denham Red potrebbe ripetere la gara coraggiosa del 2022, una tattica spesso pericolosa su di una pista come quella di Ascot, probabile che Willie Mullins stia lavorando su questo aspetto per non prendere troppi rischi. Anche perché l’avversario, vincitore al festival dell’Arkle Chase, ha fra i propri punti di forzi un cambio di passo devastante come evidenziato nel Tingle Creek Chase a Sandown Park. Lo stesso Alan King che aveva manifestato il non interesse ad Ascot dopo la caduta a Kempton Park, è giustamente tornato indietro nei propri passi considerando lo stato del cavallo dopo Kempton. Da Closutton trapela ovviamente grande fiducia per l’uscita inglese di Energumene, Willie Mullins ha detto che il cavallo ama saltare ed ha un grande appetito per questo. Anche il suo jockey Paul Townend ha confermato tutti i buoni propositi, affermando che Energumene è cresciuto molto nell’ultimo anno. D’altronde il portacolori di Tony Bloom ha fatto vedere di essere un ottimo saltatore come novizio, arrivando alla nuova stagione nella giusta condizione e nella quale può essere collocato in ogni situazione.

(Nella foto Energumene ed Edwardstone)

Author: hurdleandchase