Italia. A Merano tre anni di buon livello nel Cermes sulla via Dei Giovani, molte le novità contro la coppia di Paolo Favero, Imperial Red – Watching Spirits. Nel Giulio Coccia si prepara il Grande Steeple Chase di Roma, una siepi e uno steeple chase a completare il programma

Merano (domenica) propone un’edizione interessante del Premio Cermes, condizionata riservata alle giovani leve di tre anni che guardano al prossimo Dei Giovani in programma domenica Primo Luglio. Una bella corsa con molti spunti interessanti, test di buon livello reso ancor più incerto dalla presenza di alcune novità prelevate recentemente in territorio francese. Paolo Favero riproporrà la coppia Imperial Red – Watching Spirits, due ottimi prospetti che alla loro prima meranese hanno lasciato una favorevole impressione. Imperial Red ha vinto in bello stile la debuttanti del Cogne, gara nella quale ha mostrato molta qualità e ottima disponibilità agli ostacoli, confermando i buoni lavori effettuati al mattino. Si tratta di un pregevole figlio di Zoffany, un ex allievo di William Haggas apparso già ad un buon punto di preparazione, chiamato a confermare quanto di buono fatto intravedere alla sua prima sugli ostacoli. Watching Spirits è anch’esso un importato per i colori di Lydia Olisova, un erede da Sire Harbour Watch che vanta maggior esperienza sugli ostacoli. L’ex Micheal Appleby affronterà la sua quarta prova in siepi, il baio vanta linee milanese di buon livello, all’esordio ha affrontato il promettente ceco Mahe King, ed un mese più tardi ha subito la sconfitta dall’ex francese Prince D’Orage. L’allievo di Paolo Favero ha poi vinto con ottima personalità il Naturno a Merano, precedendo nuovamente quel Leonardo Da Vinci che Raffaele Romano lascerà a Davide Columbu, salendo in sella al nuovo arrivato in casa Troger Brazil De L’Orme. Sarà interessante valutare questo figlio di Blue Bresil, cavallo precedentemente allenato dall’esperto Dominique Bressou, stallone molto valido nella riproduzione ad alti livelli sugli ostacoli, quattro corse nella specialità un secondo a Compiègne e vittoria a reclamare ad Auteuil alla sua ultima uscita. Aichner proporrà invece l’ennesimo nuovo acquisto transalpino Starman, un interessante figlio di Manduro ex Chotard che ha vinto molto bene a Hyeres e Compiégne. Dalla Repubblica Ceca arriverà Garnet, un allievo di Pavel Poles all’esordio sugli ostacoli. Nella domenica altoatesina da seguire con particolare attenzione il Premio Giulio Coccia. E’ un cross molto interessante sui 4100 meri che prepara al Grande Steeple Chase di Roma in programma fra 14 giorni. All About Cossio torna in pista dopo il confortante secondo posto alle spalle di Nils nell’Anniversario degli Steeple Chase d’Italia, affrontando una nutrita compagine dalla quale potrebbe scapparci un bel crack. Opaleo ha già vinto a Merano sullo steeple (vedi il Val Venosta) e a Milano ha conquistato per due edizioni di fila il Cossato e a nove anni potrebbe aver raggiunto la maturazione necessaria per puntare più alto. Stessa linea quella de ceco Strike, con Vana che schiera anche Secret Sinner al rientro dal Gran Premio Merano, femmina di cinque anni di buona levatura, giunta terza nel Vanoni e quarta nel Richard stagione 2017. Bull Ride è piaciuto nell’Anniversario e Favero gli affiancherà quel Catalunian Fields che era stato acquistato appositamente per correre in cross country, un ex Mouse Morris la cui unica apparizione italiana è stata nello sfortunato e controverso Nazioni. Loretis e Larsen Bay due sorprese. Nello steeple per anziani buona chance per il ritrovato Company Of Ring, piaciuto nel Val Venosta, Gotscha ha vinto a Mimon, può migliorare Gondaro anch’esso reduce dal Val Venosta, quindi il vociferato Bukhari (in sella Jan Faltejsek per Wroblenwsky) terzo a Pardubice, Chappy Bros, Giannettoni (Gabriele Agus) e Icarium. Di buona qualità anche il Glorenza, tradizionale handicap in siepi riservato agli anziani sulla breve distanza (3300 metri) nel quale apre la scala dei pesi il valido Kazoo (73 e mezzo) che sconta la vittoria nel milanese Martesana. Tenta lo step Desertmore Hill, che ha vinto all’esordio per Fausto Trappolini (rivincita con Desperados) si rivede anche Namoun al rientro dopo il quarto posto nella Siepi Nazionale di Pisa, quindi Mushrae, Dalton, Archangel Rapahel e Spettacolo a completare il campo gara. (Nella foto Watching Spirits)

Author: hurdleandchase