ITALIA. Merano, domenica quattro corse in ostacoli in attesa del super week end di Maia, Natam ed Uraxos i più attesi nel Chiaromonte, divertente il cross sui 4100 dell’Oreste De Strobel, incerti gli altri due handicap

Cresce l’attesa per il grande week end di Maia. Tagliandi praticamente sold out per la due giorni più importante della stagione, che avrà presenze contingentate causa le norme che restringono ogni forma di assembramento. Giornata ovviamente interlocutoria ma non per questo meno interessante quella in programma domenica, in apertura una maiden riservata agli anziani che ricorda l’ottimo Chiaromonte, il vincitore della Gran Siepi d’Italia 2015 per i colori di Christian Ghiotti e il training di Ilenia Nero. Natam ed Uraxos saranno i soggetti da monitorare con estrema attenzione: il primo buon secondo nella esordienti del Cogne al quale ha fatto seguito un quinto posto in una novizi ben frequentata, ha chiuso piazzato alle spalle dell’ottimo Gangster de Coddes in ascendente nel suo ultimo turno. Uraxos che auspica terreno almeno morbido, ha debuttato con profitto nella maiden vinta da Ivo, manifestando in pista le buone sensazioni del mattino, per il passista erede da Libano in sella ci sarà Gabriele Agus divenuto fantino la scorsa domenica. Da valutare con attenzione anche le chance di Ostrich e Top Tango, il primo tornato in azione dopo lunga assenza in contesti proibitivi, il secondo tutto sommato non dispiaciuto nelle sue frequentazioni estive in handicap. Bello il cross country dell’Oreste de Strobel, handicap sul percorso dei 4100 metri nel quale il top weight Silver Tango si ripresenta dopo la fatica dell’Arma di Cavalleria con buone chance. Romano gli affiancherà l’esperto Schwarzwald che debutta nella specialità, mentre Vana Sr si affiderà al caratteriale Fly Filo Fly ed Almost Human quest’ultimo atteso in progresso dopo lungo rientro. Persian Doll andrà valutata a percorso senza errori, Burrows Lane non è tagliato fuori, rientra West Coast Time; Zubiena in cerca di una piazza, idem il ceco Hades. Ben confezionato l’handicap in siepi per cavalli di tre anni che si confronteranno sui 3300 metri. Hidden Horizon con Raffaele Romano in sella e Thavors con Josef Bartos, potrebbero nuovamente ribadire la recente linea della maiden, dalla quale cerca migliorie anche Bajazyd che Paolo favero affida al cavaliere Frederick Tett, quindi la top weight Theresie vincitrice del Prime siepi in rosa, caduta nel Dei Giovani poi quinta in handicap al rientro. Sta correndo bene Johnny Be Good, Salcret non è ancora stato inquadrato perfettamente. In chiusura un ascendente in siepi per 4 e oltre, dove il peso massimo Colpo di Stato dovrà fronteggiare la triade di Paolo Favero capeggiata da Precision Prince assai piaciuto all’ultima, Imperial Red e Legend Island. atteso ad un miglioramento anche Dundee Lodge, Bornasco ci sta, rientra Silent Partner, più difficile valutare Indisposed.

(Nella foto Theresie)

Author: hurdleandchase