ITALIA. Milano, convegno interlocutorio con tre prove in programma. Beau Saonois e Aventus, due veterani a confronto nel Bullona; torna Sky Costellation nella selling dove cerca il bis Nic Mountain ma occhio a Gancegal. Sullo steeple novices atteso Normandy Dela Vega

Normale amministrazione nel convegno di mercoledì a San Siro. Si apre con un handicap sulle siepi riservato agli anziani impegnati sul doppio miglio che ha raccolto cinque unità al nastro di partenza. Beau Saonois torna a più miti consigli dopo la brutta esperienza sullo steeple a fine Marzo. L’allievo di Pepi Vana pare ben collocato in un contesto ampiamente alla sua portata, ma sarà chiamato a togliersi di dosso le scorie quantomeno psicologiche di un percorso falloso, nel quale rischiò seriamente la caduta anche alla siepe finale. Al suo fianco ci sarà il compagno di viaggio South Africa reduce da una lunga assenza, un soggetto di buona qualità che a quattro anni si è affacciato alle miglior categorie, sarà interessante vedere come avrà maturato il proprio status di Maxios con il passaggio d’età. Mensch non corre da quasi due mesi: il sette anni da Silver Frost allenato da Raf Romano è stato vincitore di Berlingeri in età giovanile, Milano è la sua pista d’elezione ma sarà bisognoso di fondo almeno morbido per giocarsi al meglio la propria chance. Temibile la coppia di Paolo Favero che presenta il top weight Aventus, soggetto straordinario dalle mille risorse, reduce da un Giulio Caccia di buona qualità, gara senz’altro propedeutica per migliorare il proprio fitness, il figlio di Zebedee probabilmente maturo per tornare a recitare ruolo di primaria importanza, quindi Chaparral Prince, ex Henderson impiegato con il reggi lingua che non ha mai espresso veramente il suo vero valore. Prova a vendere sulle siepi il Premio Vizzola, dove c’è molta curiosità nel rivedere all’opera l’ex stella Sky Costellation, tornato da tempo fra le file del trainer di Bedizzole. Romano lo ripresenta dopo la brutta esperienza francese, una presa di contatto utile a capire quanto potrà esprimere in Estate il figlio di Blu Constellation. Da battere ci sarà nuovamente il lanciatissimo Nic Mountain, portacolori di Josef Aichner che ha lasciato una buonissima traccia nella vittoria del Premio Aurora dopo il successo ottenuto a Treviso. Occhio a Gancegal (seconda pedina Romano) soggetto che scende oggettivamente di categoria, un figlio di Born To Sea che sta mettendo esperienza dopo aver corso molto bene nel Caccia. Torna dopo lunga assenza il valido Azonto, Baltic Wolve e Monash la doppia carta di Paolo Favero; Sepius è un Rio De La Plata che ha vinto in Germania in flat, e non va pertanto escluso. Novizi anziani sullo steeple del Castellazzo sul percorso base dei 3600 metri. Normandy Dela Vega ha mostrato buona attitudine al mestiere, l’ultima a Milano gli vale un posto al sole. Sansiro ha corso una sola volta e con profitto sullo steeple di Pardubice è ciò potrebbe bastare, c’è da capire quanto possa venire avanti dopo il rientro nel Citterio. Charles Street è chiamato a rendere peso ai suoi avversari, merita attenzione il polacco Carlito del quale si parla molto bene, soggetto che a Merano aveva corso il Soggiorno contro gli anziani la scorsa stagione, quindi Montalie De Cerisy che ha poca esperienza all’attivo, ma soprattutto Bravo Faisal che Paolo Favero (in corsa anche con Imperial Red) lancia nuovamente sullo steeple dopo l’ottimo secondo posto in siepi nella vendere ad inizio mese alle spalle di Nic Mountain. (Morris)

(Nella foto Sky Costellation e Raf Romano)

Author: hurdleandchase