INGHILTERRA. Primo Grade One della stagione, sabato ad Haydock Park la Betfair Chase, rivincita fra il detentore Lostintraslation e Bristol de Mai, ma attenzione a Clan Des Obeaux. Ad Ascot, Coral Hurdle con il quattro anni Goshen e la Chanelle Pharma Chase di Gr 2 con il lanciato Imperial Aura

Dal November Meeting di Cheltenham al Betfair Chase Day di Haydock Park con uno sguardo verso Ascot. La stagione inglese National Hunt è ufficialmente entrata nel vivo, sabato presso il circuito di Newton-le-Willows il primo gruppo uno della sessione 2020 – 2021 con la disputa della Betfair Chase, primo atto della Triple Crown riservata ai saltatori che mette in palio congruo montepremi. Ad Ascot si corrono due pattern molto importanti come la tradizionale Coral Hurdle (Ascot Hurdle) Grade 2 e la Chanelle Pharma 1965 Chase (Gr2). Haydock riparte dalla rivincita fra il detentore del titolo Lostintraslation e Bristol de Mai, con un terzo incomodo di tutto rispetto come Clan Des Obeaux, laureato della King George VI Chase 2019. E’ il primo test nel cammino che porta alla Gold Cup di Cheltenham, della quale fa parte anche la classica di Kempton Park che si disputa nel giorno di Santo Stefano. Lostintraslation approda a questa corsa forte di un finale di stagione strepitoso che lo ha visto splendido terzo nella Gold Cup dopo la wind operation. Il figlio di Flemensfirth torna quindi in pista con grande fiducia come annunciato nei giorni scorsi da Joe Tizzard, figlio ed assistant trainer di suo padre Colin, che ha sottolineato il buon fitness e il punto di preparazione del sette anni necessario per iniziare la stagione nel migliore dei modi. In sella sarà abbinato Robbie Power, partner abituale che ha annunciato grande entusiasmo nel tornare in sella al campione di Taylor e O’Dwyer. Bristol De Mai battuto nella scorsa edizione da favorito in condominio con il vincitore (5/4), si rese protagonista di un’ottima corsa restando ai fianchi di Lostintraslation fino all’ultima fence, correndo una gara coraggiosa ma subendo seppur senza flettere la miglior prestanza dell’avversario nel tratto pianeggiante. Clan Des Obeaux è molto migliorato dalla passata stagione e Paul Nicholls lo ha annunciato in ordine. Lo scorso anno il figlio di Kapgarde andò alla Betfair Chase per sondare il terreno e capire se la categoria fosse cosa sua. Da qui in poi una bella escalation con la griffe della King George VI prima del non piazzato della Gold Cup. Il trainer del Ditcheat è stato chiaro, va ad Haydock Park -per vincere la corsa, forte anche di una forma di scuderia strepitosa. Ad Ascot potrebbero essere in sei nella Coral Hurdle (Grade 2) due miglia e tre furlong e mezzo, gara aperta anche ai quattro anni. Rivedremo probabilmente il valido Goshen, allievo di Gary Moore che a tre anni aveva ben impressionato (strepitoso nella vittoria in una Juvenile sulla pista) poi fuori quadro nella JCB al Festival. Il gelding da Authorized ha rifinito la preparazione fra Haydock e Goodwood in flat, e allo stato attuale vale uno e un quarto contro Call Me Lord per Nicky Henderson (colori Munir – Souede) 5/2 nell’antepost, soggetto rientrato ad Aintree ad inizio mese. Laurina ex Willie Mullins approdata recentemente presso le file di Paul Nicholls fuori dallo scorso 19 Febbraio, Song For Someone per Tom Symonds ottimo vincitore della Kingwell Hurdle di Gr 2 lo scorso 22 Febbraio e Indefatigable che presenta un valido 151 di official rating; Tea Clipper il potenziale outsider. Nella Chanelle Pharma Chase probabile che siano in quattro, con il cresciuto Imperial Aura allievo di un Kim Bailey in ottima forma, reduce dal rientro vincente di Carlisle, opposto al sempre temibile allievo di Paul Nicholls Black Corton con l’inseparabile Bryony Frost, alla sua seconda corsa in stagione dopo la wind operation dopo il rientro nella Sodexo Gold Cup ad Ascot. Itchy Feet è tornato in stagione con un bel piazzamento ad Aintree nella Old Roan, mentre Reak Steel potrebbe essere la seconda pedina di Nicholls.

(Nella foto Lostintraslation e Bristol De Mai)

Author: hurdleandchase