ITALIA. Treviso, sabato clou una bella periziata sulle siepi riservata agli anziani dove rientra l’enigmatico Leonardo Da Vinci. Fra i giovani saltatori spicca l’ospite ceca Honey Sexy, ottima all’esordio di Pardubice; N’est Pat Dit potenziale favorita sui 3000 dello Spresiano

Secondo appuntamento al Sant’Artemio di Treviso. Sabato una bella riunione di corse con un programma omogeneo, tre le prove prove riservate ai saltatori fra le quali un’interessante periziata sulle siepi nella quale si confronteranno gli anziani sulla distanza dei 3500 metri. Torna in sella Raffaele Romano dopo l’infortunio patito nella prima parte della stagione milanese. Il player manager bresciano presenterà l’enigmatico Leonardo Da Vinci, soggetto potenzialmente declassato in handicap sul quale sarà però interessante capirne la propria condizione fisica, e soprattutto se il portacolori di Christian Troger avrà superato il tabù partenza come manifestato nelle ultime due apparizioni a Maia. Quattro le corse effettuate dal figlio di Style Vendome in questo 2020, massimo risultato il secondo posto a Pisa nella Gran Siepi di fine Gennaio, prima volta sull’anello veneto in tandem con il compagno Toi Meme (Gabriel Agus), soggetto che se escludiamo l’ultima performance a Milano ha i titoli per essere un potenziale protagonista. Dalla Repubblica Ceca approdano l’altoatesino Starman, (Pepi Vana) buon terzo sullo steeple del Whispin a Milano dopo la prudente apparizione in cross, già vincitore a Treviso nell’unica corsa disputata sulla pista, e Mushrae (Vana Sr) piaciuto particolarmente nel Bullona a San Siro dove è giunto alle spalle del valido Ivo. Top weight Let It Go Papa, splendido terzo nel Brivio di Namoum e Saint Julian, prima di due opache prestazioni offerte sullo steeple chase; Duke Is Back sta correndo con profitto, Chappy Bros non è tagliato fuori ma è da tempo alla ricerca della miglior condizione. Nove al tape di partenza nella maiden claiming riservata ai tre anni sulle siepi del Premio Campea. Interessante la presenza della femmina Honey Sexy, una figlia di Martaline del gruppo Jiri Charvat allenata da Pavel Tuma, piaciuta moltissimo all’esordio sulle siepi di Pardubice lo scorso Luglio contro il potente Albatros, una cavalla di buon prospetto che alla sua prima ha mostrato ottime potenzialità tecniche, pur lasciando intravedere una legittima espressione green. Contro ci sarà Noni Star per Josef Aichner, un Motivator visto in ascesa nell’ultimo turno meranese e il Tanghetti Sopran Pegaso, caduto nel Monte Stella ma buon secondo alla riprova nel Borgonuovo. Da attendere in progresso la triade di Favero forte di Knapsack, Magical Spell e River Of Kings, Bandit Corse non troppo fortunato in carriera, Prati di Tivo e Tarkan nel ruolo di sorprese. Altra maiden reclamare la seconda corsa, questa volta i quattro anni in pista sui 3000 metri in siepi. Sette al via con poco all’attivo, rientra N’Est Pat Dit che a Treviso aveva impressionato vincendo in due occasioni e la sua runner up Danza Nel Vento, anch’essa alla ricomparsa dopo 338 giorni; i compagni Ostrich e Precision Prince rendono peso ma potrebbero avere i requisiti per emergere a questo livello, lo stesso dicasi di Top Tango. Debutta Bursto Arsizio, difficile valutare il polacco As De Treffles, un figlio di Silver Frost in arrivo Wroclaw con poco all’attivo ed assai deludente all’ultima uscita.

(Nella foto Leonardo Da Vinci e il suo team)

Author: hurdleandchase