Irlanda. Pasquetta a Fairyhouse per la carica dei 30 nell’atteso Irish Grand National Chase, dove Any Second Now proverà ad opporsi allo squadrone di Gordon Elliott e Willie Mullins, il champion trainer che cerca la sua prima vittoria al National

In attesa del grande meeting di Puncheston, la Pasqua si avvicina e con essa la vigilia della splendida tre giorni irlandese di Fairyhouse. Nel Lunedì dell’Angelo si disputerà l’attesissimo Irish Grand National Chase, prova sui 5800 metri alla quale hanno aderito ben 30 partecipanti. Senza Barry Geraghty ma con Mark Walsh in sella, il favorito Any Second Now (7/1) vincitore a Cheltenham dell’impegnativa Challenge Cup Amateur Riders sarà regolarmente al via. Lo ha confermato il suo formatore Ted Walsh che ha vinto da trainer questa corsa con Commanche Court nel 2000 con la monta del figlio Ruby. Willie Mullins che non ha mai vinto questo National ha sette dei suoi cavalli in allenamento nella lista d’attesa, fra questi Burrows Saint (8/1) un figlio di Saint Des Saints ex Guillaume Macaire per la famiglia Ricci reduce da una doppia vittoria, ultima delle quali a Limerick in terzo grado, Payrofbrowneyes che ha vinto molto bene il ricco Leinster Handicap Chase a Gowarn Park, quindi Total Recall, Acapella Bourgeois, C’est Jersey, Bellow Mom e Isleofhopensdreams. Lo squadrone Gordon Elliott comprenderà ben dodici soggetti, ovvero il vincitore della scorsa edizione General Principle oltre a Dounikos, Jury Duty, Shattered Love, A Toi Phil, Monbeg Notorious, Blow By Blow, Woods Well, Out Sam, Gun Digger, Roaring Bull and Measureofmydreams. Ci sono solo due corridori dalla Gran Bretagna, vedi Minella Rocco per Jonjo O’Neill vincitore dell’Irish Grand National due volte, nel 2007 con Butler’s Cabin nel 2014 con Shutterfrontdoor, e Kimberlite Candy per il team di Tom Lacey. Le tre riserve sono Oscar Knight, Fitzhenry e Scoir Mear.

(Nella foto Any Second Now)