Italia. A Pisa la Gran Siepi Nazionale di gruppo uno e il Criterium d’Inverno con il top trainer Guillaume Macaire, al via con Candalex e Athena Du Berlais. Vana, Romano e Favero guidano l’opposizione

Gran Siepi Nazionale e Criterium d’Inverno. San Rossore si congeda in grande stile dagli ostacoli proponendo due grandi eventi ai quali hanno risposto i migliori specialisti del settore. Come annunciato nei giorni scorsi al rendez vous italiano non ha disertato il top trainer francese Guillaume Macaire, il formatore di Royal La Palmyre ormai un abituè dei grandi eventi tricolore. Presente con i propri cavalli in entrambe le pattern della giornata, il trainer transalpino sarà al via nella Gran Siepi con l’interessante Candalex (Bertand Lestrade) un castrone di cinque anni da Alex The Winner che dopo la vittoria ottenuta in Francia al meeting di Pau, ha acquisito un corposo 66 di valore. Per il portacolori del noto Pierre Pilarski, proprietario balzato alla cronaca per le note imprese del suo Bold Eagle nel Prix D’Amerique, sei avversari di tutto rispetto fra questi la triade Vana formata dal lanciatissimo Morning Star, cavallo in grande crescita e splendido vincitore della Gran Siepi di Pisa, Nando e l’ex francese Karelcytic tutti per i colori dell’alto atesino Josef Aichner. Romano punterà sul potente Live Your Life, piaciuto al rientro dopo lunga sosta nella Gran Siepi dove è giunto secondo alle spalle dell’allievo di Pepi Vana, e sulla novità Ranger No Risk affidato al giovane Gabriele Agus, soggetto prelevato recentemente dalla formazione della brava Iasebelle Gallorini. Paolo Favero rilancerà il suo Mezajy con la monta di Alex Pollioni, cavallo di buonissima fattura che dal suo arrivo in Italia non ha mai deluso le aspettative del suo team. Fra i quattro anni del Criterium d’Inverno rivedremo all’opera Athena Du Berlais, la potente femmina targata Macaire che dopo la vittoria a Merano nel Gran Criterium d’Autunno, ha vinto a Compiégne una bella condizionata sullo steeple per poi terminare ottima seconda nella listed del Prix Roger de Minvielle. Imperial Red, Leonardo Da Vinci e Moved in cerca di rivincita l’uno contro l’altro, cercheranno di opporsi alla figlia di Martaline affidata ad Anthony Renard, in pista anche il validissimo Time Fatal che a Pisa ha vinto la preparazione nel Carangio in bello stile e il rientrante ma validissimo Mensch, seconda pedina Troger Romano che a Milano ha primeggiato in bello stile nel Giulio Berlingeri. (Nella foto Candalex nella vittoria di Pau)