ITALIA. Guillaume Macaire a Merano, è super week! Sabato la Gran Siepi d’Italia con Candide per i colori di Rothschild, Galant du Chenet nel Vanoni; Stuke, Piton de Neiges e First Of All capeggiano l’opposizione

Il grande week end di Maia aprirà al sabato con la Gran Siepi d’Italia sponsor by Aichner Invest, giunta quest’anno alla dodicesima edizione, di spalla il tradizionale Premio Ezio Vanoni, canonico rendez vous riservato ai novices di 4 a 5 anni che si confronteranno sul percorso piccolo dei 3800 metri in steeple chase. Sette partenti per entrambe le gare, due prove tecnicamente ben riuscite con la chicca di Guillaume Macaire, presenza di prestigio per Maia, il trainer di Royan La Palmyre spesso presente a Merano per i grandi eventi, che torna a in riva al Passirio dopo il clamoroso errore di percorso palesato da Le Costaud nell’ultimo Gran Premio Merano. Il formatore francese riproporrà Candide, sette anni erede da Turtle Bowl appartenente al facoltoso team di Edouard de Rothschild, soggetto che a Merano vinse la Corsa in Siepi per i 4 anni battendo il fenomenale polacco Santo Cerro. Soggetto ben intonato a tutti i tipi di terreni che sa esprimersi egregiamente da front runner, capace all’occorrenza di correre anche coperto alle spalle dei primi, in Francia ha frequentato condizionate di primo livello piazzandosi da puledro anche nel Questarabad ad Auteuil, acquisendo nella propria carriera un valore di 69 che convertito ai numeri italiani vale senza dubbio una griffe da gruppo uno. Tornato recentemente in attività dopo oltre 600 giorni di stop, al quale va aggiunta un’altra pausa di oltre tre mesi, Candide ha corso un buon warm up a Dieppe nel suo ultimo impegno sconfitto dal sorprendente Dakota de Beaufai. Significativo il nostro trial del Chivas Regal dal quale approdano il potente Stuke e il progredito Piton Des Neiges, cavallo tecnicamente molto valido che nella scorsa stagione terminò secondo nel Gran Siepi di Merano; ci sarà anche la quarta arrivata Slivka e il Troger Leonardo Da Vinci, quest’ultimo atteso ad un sostanziale passo avanti dopo il rientro stagionale, soprattutto nel caso il terreno fosse molto scorrevole. Pepi Vana rilancerà in pista anche il rientrante Beau Sanois, affascinante ex Bressou che a Pisa ha vinto Gran Corsa Siepi e Gran Siepi Nazionale. Curiosità nel rivedere all’opera Leierspielerin, una sei anni allieva di Stanisalv Popelka protagonista nel 2018 della Champion Hurdle svedese a Stromsholm, che a Merano giunse quarta in una qualitativa edizione dell’Azienda di Soggiorno disputato su terreno non idoneo alle caratteristiche della femmina. Affascinante la presenza di Galant du Chenet nel Vanoni, classico Martaline che rappresenterà la seconda pedina del master Guillaume Macaire. Approdato allo steeple chase in quel di Parigi lo scorso Novembre, il castrone ha messo in cascina tanta esperienza sugli ostacoli grandi, terzo nel Petit Bob contro la fenomenale compagna di allenamento Want Of A Nail, a Pau si è visto il miglior Galant du Chenet della stagione che ha poi vinto ad Auteuil nel Varaville; rientrato nella Rochefoucauld dominato dai compagni Le Lude e Nanosecond (terzo a Compiègne nel Ferdinand Dafaure Gr 1) il portacolori di Alain Gicquiaux ha poi preso il quarto posto nell’impegnativo Hennessy che gli vale il ruolo di favorito. Contro ci sarà l’eccellente ceco First Of All, un nipote di Poliglote ennesimo prodotto della premiata ditta Charvat Tuma, che dopo la doppia vittoria a Pisa (vedere Criterium d’Inverno) e al rientro a Merano nel trial del Val Martello, è senza dubbio il cavallo più temibile per il francese interpretato da Baptiste Le Clerc. Dal Val Martello approdano anche i compagni Gosphore (terzo) e Foudre D’Allier (caduto); Pepi Vana ha scelto Laldann alla sua prima sullo steeple per l’ex Aga Khan da Medicean, vincitore della Siepi per 4 anni a Merano lo scorso Settembre, quindi il valido World Speed rientrato bene nello Scena, un erede da Jukebox Jury che nella scorsa stagione si è piazzato nel Tagliabue e Bi Elle alle spalle di Sky Costellation. Brienne di Tarth sarà la scelta obbligata per il team Troger Romano.

(Nella foto Candide)

Author: hurdleandchase