ITALIA. Merano domenica, Grande Steeple con i big, rientrano L’Estran e Al Bustan, in apertura il Roma con Broughton che prova a difendere il titolo; nel Dei Giovani ci sono Airsive, Assassin, Singapor Rose e Theresie, fra i quattro anni si rivedono Sky Costellation e Night Moon

Porte aperte al pubblico per la splendida domenica di Maia che inizierà con una delle corse più affascinanti del panorama ostacolistico nazionale, il Grande Steeple Chase di Roma evento la cui storia pone le basi nel lontano 1854, corsa che da molte stagioni dopo la chiusura della pista in otto alle Capannelle, a Merano ha trovato la sua nuova casa al fine di permettere il continuum della sua longeva esistenza. Cross country sui 4100 metri di gruppo tre nella quale l’inossidabile Broughton cercherà di difendere il titolo conquistato nel 2019. Vincitore del Giulio Coccia due settimane fa, l’allievo di Pepi Vana chiederà la rivincita al compagno di viaggio Power Zar, che Vana Sr ha riproposto in splendido assetto nel vincente trial del Sergio Giorgi ad inizio mese. Dal Coccia approda anche il veterano All About Cossio, undici anni di assoluta esperienza, tanti ostacoli superati in carriera e molte vittorie fra cui il doppio ottenuto nello stesso anno (2018) Roma – Nazioni. L’allievo di Pavel Poles è rientrato in modo magistrale proprio nel Coccia dopo ben 392 giorni di sosta, naturale quindi attendere il figlio di Cossio ad un ruolo da potenziale protagonista. Raffaele Romano ha scelto Silver Tango lasciando a casa Amaranthus: il portacolori di Elia Tanghetti protagonista di un lieve passo indietro nel Coccia dopo il rientro peraltro su distanza breve nel Giorgi, è atteso ad un ruolo di primaria importanza, insidiosa anche la presenza di Bridgeur un ex allievo di Emmanuel Clayeux da tempo agli ordini dell’esperta Stepanka Myskova, Et Quoi (ex Yannick Fouin) arriva dalla Svizzera nelle mani di Ivan Cherchi, Paolo Favero si affida all’enigamtico Creep Desbois, mentre Zubiena avrà in sella l’unico Gentlemen in corsa, Luigi Pietro Stefani.

POWER ZAR BATTE BROUGHTON

Subito dopo il Roma andrà in scena il Premio Dei Giovani, listed riservata ai tre anni sui 3300 metri forte della doppia presenza targata Raffaele Romano, Airsive vincitore di misura sul compagno di box Assassin nel Prime Siepi (poi bis nel Cermes) e il polacco di Tanghetti, sul quale c’è grande fiducia da parte del proprio team che lo affiderà nuovamente allo scatenato Alex Pollioni. Dal Cermes approda anche l’affascinante Singapor Rose, sul quale ripone grandi aspettative Pepi Vana, quindi la femmina Belle Rousse per il fucsia di Paolo Favero, battuta all’esordio dall’effervescente Theresie che Vana Sr rilancia con grandi ambizioni sotto la gestione di Jan Kratochvil; Consensus la seconda scelta per l’ex champion trainer altoatesino.

ASSASSIN ED AIRSIVE

I quattro anni saranno di scena nel Criterium di Primavera, gruppo due sui 3500 metri in siepi dove rinnoveranno il loro confronto di generazione Sky Costellation e Night Moon, il primo caduto al rientro per un’incertezza nello Scena, il ceco tornato alle competizioni a Karlovy Vary dopo la vittoria nel Gran Criterium di fine stagione proprio sul portacolori di Christian Troger. Su terreno molto probabilmente scorrevole potrebbe ribaltarsi la linea dello Scena, che vide un ottimo Blue Kazak imporsi avanti al compagno Airvi e l’Aichner Kolsche Jung (quinto Sea Battle), al quale Vana affiancherà il neo acquisto Pour Vous Et Nois, reclamato dal team giallo nero dopo la doppia vittoria negli ultimi 15 giorni a Clairefontaine, soggetto che agli ordini di David Cottin finì quarto proprio nel Gran Criterium a Merano.

SKY COSTELLATION

Chiusura di programma con la prova tecnicamente più importante della giornata, si corre l’edizione numero 12 del Grande Steeple Chase d’Europa (per noi il grande steeple di Maia) sponsor by Hotel Roessl Rablà, 4600 metri sul percorso Innocenzi che ha raccolto il meglio degli attuali chaser in attività. Sarà l’occasione per rivedere all’opera l’eroe del Merano 2019 L’Estran e il suo diretto runner up Al Bustan, (ha vinto l’Europa nel 2018) quinto nella passata edizione del Merano e vincitore della grande corsa maiense nel 2017, prima del secondo alle spalle del francese Le Costaud l’anno successivo, due soggetti che singolarmente valgono il prezzo del biglietto. Esame da grande per il ceco Northerly Wind, notevoli potenzialità da saltatore di primi livello e che in questa occasione sarà chiamato a migliorare il proprio aspetto tecnico; atteso in gran progresso anche Notti Magiche meraviglioso jumper Aichner giunto terzo nel Pentecoste vinto proprio dal portacolori di Jiri Charvat. Serienlohn è un ottimo allievo di Pavel Vovcenko al rientro dopo 280 giorni di dosta, dieci anni da Lomitas alla sua prima apparizione a Merano, vincitore in Germania nella scorsa Estate periodo nel quale si mise in grande evidenza vincendo il Grand Natioanl svedese di Stromsholm, quindi Capferret da rivedere dopo la caduta, Reki e Babalshams. Buon divertimento!

AL BUSTAN

(Nella foto in alto L’Estran e tutto il suo team dopo la vittoria nel Merano)

Author: hurdleandchase