Francia. Compiègne, splendido Highway To Hell, il quattro anni resta imbattuto e beffa i vecchi hurdler nella Grand Course de Haies Prix Léopold Orsetti, The Stomp secondo avanti a Corazones e Le Costaud

Nella splendida cornice di Compiégne è andata in scena un’edizione molto bella della Grand Course de Haies Prix Léopold D’Orsetti. Nonostante la presenza di vecchie lame come The Stomp, al suo quarto tentativo nella classica di Avenue du Baron Roger de Soultrait, Le Costaud il vincitore del Gran Premio Merano e Corazones (eletto favorito della corsa) protagonista nel Besancon, gli scommettitori non hanno avuto dubbi appoggiando nel ruolo di principale alternativa all’allievo di Francois Marie Cottin l’imbattuto Highway To Hell. Fiducia pienamente ripagata perché il quattro anni da No Risk At All, ha vinto con pieno merito precedendo sul traguardo il vecchio The Stomp, rendendosi protagonista di un’eccellente frazione conclusiva. Un cavallo in chiaro divenire che approdava al gruppo tre di Compiègne da imbattuto dopo la doppia e netta vittoria conquistata sulla pista nel Jumna e nel Bucher, bravissimo Adrien Merienne ha gestirne con grande senso del traguardo le proprie risorse. La Grand Course de Haies è stata una corsa dall’andamento tattico molto particolare, ovvero una prima parte nella quale si sono alternati al comando il favorito Corazones e la femmina Royale Marie Has, poi scavalcati a metà dell’ultima dirittura opposta dal Macaire Le Costaud. Quest’ultimo preso il comando ha impresso il suo passo presentandosi bene in controllo sullo steccato opposto in dirittura d’arrivo, ma alla resa dei conti ha pagato allo speed contro gli esperti hurdler, fra questi il quattro anni Highway To Hell che fattosi avanti sullo strappo del leader, scattava con gran piglio dopo la penultima siepe per poi staccare netto al traguardo. The Stomp vinceva la volata per il secondo posto precedendo Corazones e lo stesso Le Costaud. Prima successo in corsa di gruppo per il trainer ex jockey Richard Chatel, che nel post gara ha detto: “E’ un cavallo di grande coraggio, con un cuore immenso e tanto gas. Abbiamo lavorato in modo tale da arrivare qui con la possibilità di vincere ed aprire uno spiraglio per Auteuil nel 2019, adesso il programma ci riserva delle corse molto interessanti.” (Nella foto Highway To Hell sul traguardo della Grand Course del Haies de Compiègne)