Francia. Cagnes Sur Mer, uno due Francois Marie Cottin che vince la Ville de Nice con Achour e il giovane Dylan Ubeda e la Grand Course de Haies grazie a Cote D’Azur

Nella Grand Journée de l’Obstacle in Costa Azzurra, il grande protagonista è stato l’inossidabile Francois Marie Cottin. Il trainer francese che ha nel suo palmarès vittorie di gruppo uno come due Grand Steeple Chase de Paris (2006 e 2008) e un Prix The Haye Jousselin (2006) con la campionessa Princess of Anjou oltre a due Alain Du Breil un Dufaure e un Gillois, si è reso attore principale della scena grazie alla straordinaria doppia vittoria con annesso en-plein nel Grand Prix de la Ville de Nice e la Grand Course de Haies de Cagnes. Nella classica sullo steeple chase Cottin ha messo in neretto le prime due caselle del podio, presentando il sorprendente Achour e il cresciuto Rasango. Con qualche estimatore al betting il figlio del japanese Limnos ha corso in testa da un capo all’altro volando letteralmente sui 4600 metri del gruppo due francese, eludendo ogni tentativo d’aggancio da parte del suo compagno di viaggio Rasango, finito come sempre a grande velocità dopo gara di rimessa. Achour partito addirittura dalle corse a reclamare, aveva mostrato buoni segnali proprio a Cagnes, la freschezza e la totale sicurezza sui salti hanno fatto il resto, interpretato con grande energia dal giovane Dylan Ubeda (classe 1997) perfettamente a suo agio con l’otto anni appartenente alla Ecurie Centrale. Rasango ha fatto la sua parte dopo la sfortunatissima prova nel test del Comté de Nice, ribaltando la linea con Grand Depart che alla sua maniera chiudeva in gran crescendo. Cadeva davanti alla tribune dopo alcuni salti molto approssimativi il campione in carica The Reader. Nella gran siepi il promettente Cote D’Azur dopo la bella vittoria nel test di preparazione nel Promenade des Anglais, batteva all’epilogo il vincitore della Grand Course de Haies de Cagnes 2017 Serienschock, lasciando al terzo posto Normandy Invasion e al quarto Armyr. (Nella foto Achour e Dylan Ubeda)